Come trasportare gli animali in auto, in treno, in nave e in aereo

da , il

    Come trasportare gli animali in auto, in treno, in nave e in aereo

    Con l’arrivo delle vacanze, spesso, trasportare gli animali domestici in auto, in treno, in nave o in aereo diventa difficoltoso. Quindi, per evitare disagi e brutte sorprese, è opportuno conoscere tutti gli accorgimenti e le regole da seguire per viaggiare con i nostri amici.

    Come trasportare gli animali in auto

    Per trasportare gli animali domestici in auto occorre considerare il 6° comma dell’art. 169 del codice della strada, il quale dispone che: “E’ vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida”. Lo stesso comma dispone che è consentito il trasporto di più animali solo se custoditi in gabbia, in contenitore o nel vano posteriore (appositamente diviso dal vano del conducente mediante una rete o un altro mezzo idoneo). Oltre a queste regole previste dalla legge, per trasportare i nostri amici animali, è opportuno seguire una serie di utili accorgimenti. In caso di cani, è opportuno fermarsi almeno ogni 2 ore per permettere all’animale di camminare un po’, di bere e di fare i suoi bisogni. Per trasportare in auto un gatto, un coniglio, un furetto o un qualsiasi altro animale da compagnia è consigliabile utilizzare un comune trasportino, che deve essere fissato saldamente in modo da evitare all’animale da trasportare in auto urti o scossoni. Infine, in genere, è consigliabile non dar da mangiare agli animali durante o nelle ore precedenti al viaggio, poiché, potrebbero sentirsi male e rigettare il tutto.

    Come trasportare gli animali in treno

    Per trasportare gli animali in treno occorre precisare che i cani di piccola taglia, i gatti ed gli altri piccoli animali domestici da compagnia (custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50) sono ammessi gratuitamente nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni. E’ però ammesso un solo contenitore per ciascun viaggiatore. Inoltre, per ogni singolo viaggiatore è consentito trasportare in treno un cane di qualsiasi taglia, munito di museruola e guinzaglio. In questo caso, sui treni Espressi, IC ed ICN è possibile trasportare un cane sia in prima che in seconda classe. Sui treni Regionali, invece, è possibile trasportare un cane nel vestibolo o nella piattaforma dell’ultima carrozza (tranne dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 9 del mattino). Infine, nelle carrozze letto, nelle carrozze cuccette ordinarie e comfort, nelle vetture Excelsior e Excelsior E4, per trasportare gli animali domestici in treno, occorre acquistare i compartimenti per intero. I cani guida per i non vedenti, invece, possono viaggiare su tutti i treni gratuitamente.

    Come trasportare gli animali in aereo

    Per trasportare gli animali in aereo occorre anzitutto precisare che ogni compagnia aerea ha le proprie regole. Per questo motivo, per il corretto trasporto degli animali domestici in aereo, è opportuno informarsi preventivamente presso la propria compagnia di viaggio. In genere, è possibile trasportare in aereo un animale di piccola taglia che può viaggiare (in gabbietta) insieme al padrone. Il trasporto di tutti gli altri animali, invece, si effettua normalmente in stiva. I cani per i non vedenti possono però viaggiare con il proprietario se muniti di guinzaglio e museruola.

    Come trasportare gli animali in nave

    Anche in questo caso, per trasportare gli animali domestici in nave, ogni compagnia di navigazione ha proprie regole. Di norma è però consentito il trasporto di cani e gatti sulle navi da crociera e sui traghetti mediante il pagamento del biglietto di viaggio (di solito ridotto). Alcune compagnie, per trasportare gli animali in nave, richiedono alcuni documenti come il libretto veterinario e il certificato di buona salute.