Condizionatore portatile: come scegliere quello giusto

da , il

    Condizionatore portatile: come scegliere quello giusto

    Per scegliere il condizionatore portatile più adatto alle nostre esigenze devono essere considerati vari fattori ed elementi. Anzitutto, va ricordato però che un condizionatore portatile è in grado di provvedere al condizionamento di un unico ambiente per volta. Quindi, per riscaldare più ambienti, l’elettrodomestico deve essere spostato da un lato ad un altro della casa. Per questo motivo è consigliabile scegliere un condizionatore portatile per il condizionamento di ambienti di ridotte dimensioni. Negli altri casi è opportuno scegliere un condizionatore fisso che consente di regolare contemporaneamente la temperatura di tutta la casa.

    Un indiscusso vantaggio dei condizionatori portatili, rispetto a quelli fissi, è rappresentato dal fatto che questo tipo di elettrodomestici non richiedono per il loro funzionamento la realizzazione di un impianto. Questi apparecchi infatti sono costituiti da un unico elemento collegato all’esterno attraverso un tubo flessibile che viene impiegato per l’espulsione della condensa. Il tubo flessibile può avere anche l’estremità appiattita per poter passare attraverso i battenti della finestra. Questa caratteristica è fondamentale nella scelta di un condizionatore portatile, poiché altrimenti, occorre lasciare una finestra o una porta leggermente aperta per poter far passare il tubo per l’espulsione della condensa. Nello scegliere un condizionatore portatile è consigliabile optare per un apparecchio dotato di pompa di calore e quindi in grado di provvedere anche il riscaldamento invernale.

    Uno svantaggio dei condizionatori portatili è indubbiamente rappresentato dalla rumorosità. Nello scegliere il climatizzatore portabile più adatto alle nostre esigenze è fondamentale considerare anche le varie opzioni e funzioni aggiuntive. Tra quelle più importanti troviamo: tecnologia inverter (che permette di ridurre i consumi fino al 30%, poiché il compressore regola automaticamente il proprio funzionamento adeguandosi alle condizioni climatiche del locale), i sistemi filtranti (che trattengono le impurità dell’aria), i sistemi di deumidificazione (che assorbono l’umidità dall’ambiente) e il timer (che ci permette di programmare l’orario di accensione e spegnimento dell’elettrodomestico). Infine, nello scegliere un condizionatore portatile è anche fondamentale leggere attentamente l’etichetta del prodotto che riporta la classe energetica dell’apparecchio, la rumorosità massima, la capacità di deumidificazione e infine la potenza assorbita dal climatizzatore.