Coniglio nano, un animale da compagnia

da , il

    Coniglio nano, un animale da compagnia

    Volete prendere un piccolo e simpatico animale da compagnia per voi e per i vostri figli? Il coniglio nano è quel che fà per voi. Il cane è un animale domestico molto impegnativo se avete bimbi ed il gatto è troppo indipendente e poco disposto verso il cucciolo umano, il coniglio nano invece è indipendente quanto basta, non ha bisogno di uscire per fare i bisogni e adora essere coccolato. Esistono diversi tipi di razze di conigli nani, qui di seguito vi spiegherò le razze, come fare a scegliere un cucciolo sano, la giusta alimentazione, l’igene, il comportamento, il costo e come allevare il coniglio nano per un’aspettativa di vita migliore.

    Caratteristiche e razze di coniglio nano

    Esistono sul mercato italiano 3 diversi tipi di razze di coniglio nano: il coniglio nano d’angora, il coniglio nano testa di leone e il coniglio nano ariete. Vi spiegherò prima le caratteristiche comuni dei conigli nani e poi mi soffermerò sui dettagli delle 3 razze. Il naso è piccino, ma in continuo movimento dato che il coniglio nano respira quasi completamente con il naso. I conigli sono privi di ghiandole sudoripare ed usano le orecchie che essendo molto vascolarizzate permettono la termoregolazione della temperatura corporea. I loro occhi vedono bene nella penombra, mentre la luce intensa viene mal sopportata. Hanno una buona vista che permette loro di vedere tutto ciò che li circonda senza muovere troppo la testa infatti hanno una vista di 180 gradi. La pelle è molto delicata e sottile ed è ricoperta da una folta pelliccia. Le zampe sono prive di cuscinetti plantari e la superficie inferiore è coperta da un folta pelliccia. I conigli si muovono saltando. Dopo questa generica descrizione passiamo a quella delle singole razze. Il coniglio nano d’angora è quello di dimensioni più ridotte infatti da adulto raggiungerà un peso massimo di 1 kg, la sua pelliccia è molto soffice, da qui ne deriva il nome d’angora. Il testa di leone è una razza di poco più grande del coniglio d’angora, infatti da adulto arriverà ad un chilo e mezzo circa di peso, la sua caratteristica inconfondibile è che ha peli lunghi sulla testa a partire dal collo che lo fa sembrare la criniera di un leone. La razza ariete è quella più buffa, infatti il coniglio nano di questa razza ha le orecchie a penzoloni, invece che diritte ed è di taglia grossa rispetto alle 2 razze precedenti, la sua conformazione da adulto sarà come quella di un gatto di un annetto circa. Quindi mi raccomando non scegliete solo in base a quello che vi sembra più carino per poi darlo via, sceglietelo anche in base a queste sue caratteristiche.

    Come scegliere un cucciolo sano

    Dopo aver scelto il tipo di razza che fa per voi osservate attentamente il negozio e dove vengono tenuti i coniglietti, dovrebbero avere molto spazio con fieno pulito, una ciotolina d’acqua e una casetta in legno per nascondersi, se non è così cambiate negoziante. Iniziate a guardarli per vedere la loro vivacità, più è vivace, mangia e gioca coi fratellini, più probabilità ci sono che sia sano. Le feci del coniglio nano sono piccole palline di consistenza molto molto solida, del resto mangiando solo fieno non potrebbe essere diversamente, quindi sbirciate se c’è cattivo odore o ci sono feci molli. Fate attenzione anche a quanti cuccioli sono presenti nel loro spazio, più sono meglio è perchè anche un solo coniglietto malato scaturisce un’epidemia, quindi se ce ne sono solo 2 o 3 cambiate negozio. Ora passiamo alla vera e propria ‘visita’. Quando avete scelto l’animaletto che fa per voi chiedete al negoziante di poterlo prendere in braccio, per farlo stare tranquillo dovete tenere una mano salda sotto il posteriore ed avvicinarlo al vostro petto di modo che si tranquillizzi sentendo i vostri battiti cardiaci, se il negoziante non è disposto a questo lasciate perdere, perchè ha qualcosa da nascondere. ll coniglio, in generale, ha un suo odore quasi impercettibile, quindi se ha cattivo odore non è da prendere. Toccategli il nasino che deve essere perfettamente asciutto e non caldo, guardategli le orecchie, devono essere pulite e non arrossate ed infine guardate il sesso, osservate voi stessi perchè quando non avevo esperienza nel campo il negoziante ha sbagliato il sesso 2 volte su 2, perchè il maschio da cucciolo non ha i testicoli, gli scendono verso i sei mesi di vita, quindi dovete aprire la fessunina rosa, se dentro non c’è nulla è femmina, se spunta una puntina rosa è maschio, guardate attentamente che sui genitali non ci siano feci, crosticine o muco bianco. Dopo tutti questi step potrete star tranquilli e portare a casa un animaletto dolce, affettuoso, carino, poco impegnativo che dà tanto amore.

    Costi per il coniglio nano

    Il coniglio nano ha bisogno di poche cose essenziali per una buona sistemazione:una gabbia abbastanza grande per quando sarà adulto, un beveratoio in cui mettergli l’acqua da bere, una ciotolina per il pellet (mangime apposit per conigli nani), fieno e sabbietta. Diciamo che il costo totale sarà abbastanza contenuto in quanto, l’animale domestico costa circa 30 euro, la gabbia và dai 50 euro in su compresa di ciotola e beveratoio, il fieno, la sabbietta e il pellet circa 20 euro in tutto.

    Alimentazione del coniglio nano

    Il coniglio è strettamente erbivoro, in natura si nutre di erba, foglie, fieno, germogli, fiori, cortecce, quindi l’alimentazione del coniglio deve essere ricca di fibra (fieno, erba e verdura) per evitare nell’animale problemi gastroenterici. Per i primi sei mesi di vita è importante dare al coniglietto soltanto il suo pellet, l’acqua e il fieno. Una volta cresciuto potete aggiungere alla sua alimentazione frutta e verdura cruda che non potranno fargli altro che bene. Dovete però fare attenzone che la frutta e la verdura siano a temperatura ambiente e perfettamente asciutta, sempre per evitare problemi intestinali.

    Igene e cura del coniglio nano

    Per la cura e l’igene del vostro coniglio nano sono necessarie poche cose, ma queste sono indispensabili. La pulizia della gabbia e degli accessori è di estrema importanza, la gabbia, le ciotole e il beveratoio possono essere lavati con acqua calda ed aceto ed acuratamente asciugati. L’altro aspetto molto importante è quello di spazzolare il pelo del vostro coniglietto soprattutto nei momenti della muta e pulirlo con le salviettine per i bebè se si sporca con qualcosa che se si leccasse gli farebbe male. L’ultima, ma non ultima per importanza, cosa da fare è tagliargli le unghie almeno una volta al mese per evitare che si rompano saltando.

    Malattie del coniglio nano

    Le malattie più frequenti e pericolose per il coniglio nano sono il rafreddore e la dissenteria. Il raffeddore può essere causato da correnti d’aria, freddo o umidità e lo possiamo riconoscere dal fatto che il cogniglietto ha la congiuntivite, il nasino caldo e molto umido ed il respiro affannato. In questo caso non conviene aspettare molto per portarlo dal veterinario che, se preso in tempo, può essere curato con dei semplici antibiotici da somministrare al nostro animale domestico. La dissenteria è sicuramente più pericolosa e può essere causata da un’alimentazione povera di fibre, da frutta o verdura fredda o da un’infezione itestinale e si presenta con le feci liquide o molto molli e maleodoranti, in questo caso aspettate l’indomani e correte dal veterinario.

    Comportamento del coniglio nano

    Il coniglio è un animale molto intelligente, curioso, pauroso, pigro, affettuoso, ma soprattutto intelligente e quindi con un proprio carattere. Il coniglio nano è un animale estremamento territoriale ed utilizza la ghiandola che ha posizionata sotto il mento per strusciarsi sulle cose o persone che ritiene proprie lasciando il suo odore. Innanzitutto è fondamentale che il coniglio si fidi di voi e questo sta solo al vostro modo di porvi con l’animale. Il coniglio infatti và sgridato se fà cose sbagliate come la pipì fuori dalla gabbia, rosicchiare muri o fili, ma và anche premiato con coccole e caramelle apposite quando si comporta bene. Una volta che avrete instaurato un rapporto affettuoso, diventerete un membro del suo branco e vi dimostrerà tutto il suo affetto con delle dolcissime leccatine.