Copridivani: quali scegliere e come realizzarli con il fai da te

da , il

    Copridivani: quali scegliere e come realizzarli con il fai da te

    I copridivani sono un’ottima soluzione per non dover ricorrere continuamente a tintoria e lavatrice, specialmente se in casa ci sono cani, gatti e… bambini dispettosi! Le macchie di pennarelli, matite, nutella non sono sempre facili da eliminare, soprattutto sui tessuti più pregiati, è quindi importante proteggerli con qualcosa di pratico. Ma i copridivani non servono solo a questo, difatti possono essere un’idea carina per cambiare di tanto in tanto aspetto al nostro salotto o al soggiorno. Ecco qualche consiglio su come scegliere i copridivani e su come realizzarli con il fai da te.

    Come scegliere il copridivano giusto

    Se in casa abbiamo bambini o animali l’idea migliore è scegliere un copridivano idrorepellente, in grado di lasciar scivolare via lo sporco. Si tratta di copridivani realizzati con poliestere e polipropilene e trattati in superficie con sostanze plastiche che li rendono impermeabili. In commercio ne esistono di molteplici modelli e colori, ovviamente la nostra scelta dovrà tener conto di come è arredato il soggiorno. Un tessuto floreale è ad esempio perfetto per un salotto in stile inglese, le tinte rosso e arancio sono ideali per ravvivare ambienti spenti, il blu è adatto a chi ama rilassarsi, il color avorio è infine indicato per un arredamento elegante e minimale. In alternativa si può ricorrere ai copridivani preconfezionati in semplice tessuto estendibile, adattabili quindi a diverse forme e dimensioni. Solitamente le lunghezze standard si aggirano sui 110/180 cm per divani a due posti e 180/240 cm per divani a tre posti.

    Idee fai da te per rivestire il divano

    Rinnovare il divano senza ricorrere al tappezziere non è affatto impossibile, ecco come fare. Per chi ama il fai da te esistono diverse soluzioni, alcune più semplici, altre un po’ più complesse. Le meno esperte con ago e filo possono provare a creare il copridivano cucendo gli orli ai lati di una pezza di tessuto su misura, acquistabile in un qualsiasi negozio. Il rivestimento va poi semplicemente steso seguendo la forma della seduta. Chi ha più dimestichezza con il cucito può provare a creare un vero e proprio copridivano in cotone leggero, aderente all’imbottito e facile da togliere per il lavaggio. Per prima cosa va acquistata la giusta quantità di tessuto, subito dopo si procede tagliando i vari pezzi in corrispondenza dello schienale, della seduta e dei braccioli. A questo punto la stoffa va appoggiata a rovescio sull’imbottito, si imbastiscono i pezzi tagliati e si conclude cucendo a macchina.