Cucina open space: quando a dominare sono spazio e luce

da , il

    Cucina open space: quando a dominare sono spazio e luce

    La cucina è uno degli ambienti più importanti e vissuti della casa e quelle più moderne hanno sempre di più la tendenza ad ingrandirsi e ad assumere l’aspetto di un open space. Sì, anche la cucina può essere open space, uno spazio aperto dove la luce è la vera padrona. Non più la stanza chiusa e relegata, ma un vero e proprio ambiente conviviale, dove scambiare quattro chiacchiere e invitare anche gli amici. A dimostrazione dell’importanza che sta assumendo questa tipologia di cucina, c’è il forte interessamento di molti architetti, anche noti, come Armando Ferriani, grande sostenitore della cucina open space, tanto da proporre il restyling della cucina Micol di Record Cucine.

    La cucina open space non deve però essere uno spazio freddo e anonimo, alienante: non è un call center, ma uno spazio in cui riunirsi e praticare più attività (per questo è open). La cucina deve restare comunque la protagonista indiscussa e, grazie allo spazio concessole, può tranquillamente mettere in mostra tutto il suo fascino.

    Con un open space si garantisce luce, vitalità, colore; l’arredamento acquista di sicuro un valore aggiunto ed una funzionalità prima neanche immaginata; infatti, oltre allo spazio per i fornelli e gli elettrodomestici, possono essere inseriti altri elementi di arredo, come una libreria di design, dalla quale consultare dei libri mentre si aspetta che sia terminata la cottura dei cibi.

    Il concetto di open space si accompagna, oltre a quello di luminosità, anche a quello di pulizia stilistica; ecco perché deve prevalere il bianco come colore dell’ambiente.

    L’acciaio è un altro materiale importante, perché riflette la luce nello spazio e contribuisce a dare un senso si ariosità.