Cura orchidea: coltivazione della pianta in casa

da , il

    Cura orchidea: coltivazione della pianta in casa

    L’orchidea è una pianta originaria delle zone umide della fascia subtropicale che, negli ultimi anni, è stata di nuovo molto apprezzata come pianta da appartamento. Siamo abituati a vedere la specie rosa e bianca, ma in realtà ce ne sono di tantissimi colori e con tante diverse caratteristiche di crescita. Ci sono orchidee che amano il caldo e altre che sopportano benissimo anche le temperature più basse. Qui vi parliamo della coltivazione e della cura delle orchidee più comuni come quella che vedete nella foto qui in alto e che solitamente si ama crescere in casa.

    Le orchidee vanno innaffiate con regolarità e periodicamente bisognerà somministrare delle leggere dosi di fertilizzante, effettuare delle potature e dei rinvasi.

    Le orchidee amano la luce, quindi andranno posizionate in un luogo adatto per avere una crescita rigogliosa. Si potrà anche ricorrere ad un’illuminazione artificiale, per questo esistono delle lampade specifiche con tubi al neon o modelli a vapori di sodio adatte per la coltivazione di queste piante, in ogni caso andrà bene anche la luce delle lampadine tradizionali. Per quanto riguarda la temperatura, in genere le orchidee amano il caldo quindi la coltivazione in casa è l’ideale.

    Le foglie andranno spolverate periodicamente e bisognerà innaffiare ogni qual volta si vedrà il terriccio non più umido, non amano la siccità.

    Dovrà essere inoltre fatto un rinvaso ogni due anni nella stagione primaverile, alla fine del riposo vegetativo. Al momento del rinvaso, se la pianta sarà cresciuta molto, si cambieranno anche le dimensioni del vaso, altrimenti si procederà solo alla sostituzione del terriccio e alla rimozione delle radici spezzate, legnose o marcite.

    Per quanto infine riguarda la potatura delle orchidee, viene eseguita sulle radici basse eliminando le punte più rovinate che si notano anche per la differenza del colore. Per quanto riguarda invece i gambi superiori, si dovranno tagliare di due centimetri sopra la terza giuntura, effettuando un taglio obliquo.

    Abitualmente poi bisognerà rimuovere i fiori appassiti, le parti danneggiate o secche, lasciando alla pianta la possibilità di seguire il suo corso naturale.

    Le orchidee sono delle piante molto raffinate che, come avrete notato, necessitano di cure costanti e specifiche, ma restano sempre un ornamento speciale per la casa ed inoltre sono il simbolo della raffinatezza e del lusso e si regalano per riconoscere ed ossequiare la sensualità e l’eleganza.