Dolci di Pasqua calabresi: i Cudduraci

da , il

    Dolci di Pasqua calabresi: i Cudduraci

    Prosegue anche oggi il nostro viaggio lungo lo stivale, attraverso i sapori e le tradizioni culinarie pasquali che ci porta fino in Calabria per scoprire i tipici dolci di Pasqua calabresi: i Cudduraci.

    Si tratta di biscotti all’uovo molto aromatici e dalle forme particolari: a pesce, a paniere, a cuore, ma anche a coniglietto, a pulcino, a campana o a treccia. Tradizionalmente i Cudduraci vengono decorati con una spolverata di codette colorate di zucchero e mettendo delle uova sode sulla loro superficie.

    Se desiderate preparare questi tipici dolci di Pasqua calabresi tutto ciò che vi occorre è: farina, uova (per un chilo di farina 5 saranno sufficienti), 300 grammi di zucchero, 300 grammi di stutto sciolto, un bicchierino di liquore a scelta molto aromatico, 2 bustine di lievito, 1/2 bicchiere di latte, 4 bustine di vanillina, 2 scorze grattugiate di arance e limoni e un pizzico di sale. Infine, codette colorate di zucchero, 2 tuorli per la lucidatura e tante uova sode quanti sono i Cudduraci che preparerete. Vediamo, dunque come procedere.

    In un contenitore versate la farina con lo zucchero e la vanillina. Fate una fontana e al centro versate le uova sbattute, le scorze grattugiate e un pizzico di sale. Aggiungete, dunque, lo strutto sciolto ma freddo, il liquore e il lievito che avrete fatto sciogliere nel latte tiepido. Lavorate il composto fino ad ottenere una pasta morbida ma non appiccica, se ve lo ritrovate attaccato alle mani potete aggiungere un po’ di farina (ma senza esagerare).

    A questo punto potete dare la forma che più desiderate ai vostri Cudduraci e infornare in forno preriscaldato a 190° per fino a doratura.