Dolci di Pasqua sardi: le Pardulas

da , il

    Dolci di Pasqua sardi: le Pardulas

    Continua il nostro viaggio per l’Italia a caccia delle tradizioni dolciarie pasquali, oggi tocca alla Sardegna e ai tipici dolci di Pasqua sardi: le Pardulas.

    Le Pardulas sono paste dolci ripiene di formaggio o di ricotta di pecora. Il tratto distintivo di questi tipici dolci di Pasqua sardi è lo zafferano, che oltre a conferirgli un sapore unico dona loro il colore caratteristico giallo, che rallegra la tavola portando a tutti il sorriso.

    Per preparare le Pardulas tutto quello che occorre è: 250 grammi di semola rimacinata, 50 grammi di strutto, un albume e un pizzico di sale per la pasta. Per il ripieno, invece, servono: 500 grammi di ricotta di pecora

    o di formaggio molle (a piacere), 100 grammi di zucchero, un uovo intero e un tuorlo, un cucchiaio di semola rimacinata, una bustina di zafferano e la scorza grattugiata di un limone. Vediamo, dunque come procedere.

    Versate la semola su una spianatoia, lavoratela insieme allo strutto e all’albume fino ad ottenere una pasta elastica ed omogenea, aggiungete infine un pizzico di sale. Lasciate riposare l’impasto per almeno 3-4 ore, coprendolo con un panno e nel frattempo dedicatevi alla preparazione del ripieno, che è molto semplice, basta unire insieme tutti gli ingredienti e mescolarli con una frusta così da amalgamarli perfettamente tra di loro.

    Quando la pasta sarà pronta, stendetela molto sottile, aiutandovi con un mattarello e ritagliate dei cerchi di circa 10 cm di diametro (potete utilizzare una tazza, una ciotola o quello che avete in cucina). Mettete al centro di ogni cerchio un po’ del ripieno e pizzicate i bordi in modo da formare un cestino. A questo punto siete pronte per disporre le Pardulas all’interno di una teglia, che avrete precedentemente foderato con della carta forno. Infornate a forno caldo a 180° per circa 20 minuti.

    Prima di servirle spolverizzatele con lo zucchero a velo o spennellatele con un po’ di miele e completatele con i confettini colorati.

    Foto di gureu