Fiori commestibili: l’elenco completo e il loro uso in cucina

da , il

    Fiori commestibili: l’elenco completo e il loro uso in cucina

    Ecco l’elenco completo dei fiori commestibili che possono essere usati in cucina per realizzare dei piatti insoliti e davvero originali! Sembrerà strano, ma, sono diversi i fiori che possono essere utilizzati in cucina, ognuno dei quali, presenta gusti ed utilizzi differenti. Tra i fiori commestibili più ‘classici’ da utilizzare in cucina troviamo: i fiori di zucca (che si prestano alla realizzazione di molte ricette) e i fiori di basilico (impiegati principalmente per dare profumo alle insalate ma anche a primi e secondi piatti).

    Tra i fiori commestibili più insoliti, invece, troviamo: i fiori di begonia (dal sapore un po’ aspro ed utilizzati per preparare alcune tipi di carne ed insalate miste), i fiori di borragine (hanno un sapore simile al cetriolo e sono impiegati principalmente per la preparazione di insalate, zuppe e/o ripieni), i fiori di calendula (dal sapore amaro e leggermente piccante, generalmente utilizzati per dare un tocco insolito a primi piatti e dolci, ma anche, per aromatizzare alcune bevande), i petali di rosa (hanno un sapore dolce e con un retrogusto leggermente piccante, normalmente utilizzati per preparare primi piatti o come ornamento) e infine i fiori di crisantemo (dal retrogusto amaro, normalmente utilizzati per contrastare i sapori forti).

    L’elenco dei fiori commestibili non è ancora terminato. Tra questi, infatti, troviamo anche: il siliquastro, la viola mammola, il timo, la verga d’oro, la primula e tanti altri. In ogni caso, per essere usati in cucina per la preparazione di alcune ricette, è fondamentale che i fiori siano coltivati senza l’utilizzo di pesticidi o di alte sostanze chimiche.