Galateo: 5 regole per essere un ospite perfetto

da , il

    Galateo: 5 regole per essere un ospite perfetto

    Qualche giorno fa abbiamo parlato delle regole di bon ton per accogliere gli ospiti a casa nel migliore dei modi e farli sentire a loro agio. Ora capovolgiamo i ruoli e ci mettiamo dalla parte di chi ha ricevuto un invito. E scopriamo cosa impone il galateo per essere ospiti impeccabili e perfetti. Poco importa se si tratta di una cena formale o di un aperitivo tra vecchi amici, ciò che conta è non incorrere in gaffe imperdonabili. Se da un lato, infatti, essere se stessi e naturali è la virtù di chi ama stare in compagnia, dall’altro non bisogna mai confondere l’atteggiamento informale con la mancanza di buon gusto.

    Ecco, allora, ciò che un ospite non dovrebbe mai dimenticare di fare o di dire.

    1. Parteciperai? Non dimenticare di avvisare

    Conferma la tua presenza o rammaricati se non potrai esserci. In ogni caso, l’importante è farlo in tempo. Non tenere i tuoi ospiti sulle spine perché loro devono organizzare l’incontro e sapere in anticipo la tua disponibilità. Questo è anche il modo migliore per informarti su cosa portare e cosa indossare. La classica telefonata è il metodo migliore per comunicare la tua decisione. Un sms o una email, invece, sono decisamente sconsigliati e comunque non ti danno il feedback che serve per arrivare al pranzo o alla cena nel migliore dei modi.

    2. Un regalo tutto per il tuo ospite

    Un incontro è sempre un gesto di accoglienza e affetto reciproco. L’ospite che accoglie deve ricevere uguali premure e amore. Ha cucinato, apparecchiato la tavola e riscaldato l’atmosfera domestica. Tu non devi dimenticare il regalo. Nulla di eccezionale né di particolarmente originale: una bottiglia di vino, un dolce o un altro pensierino vanno benissimo. Ma attenzione: il regalo è per il padrone di casa, mai pensare di consumarlo la sera stessa né di riportarlo via, se avanza!

    3. Meglio solo che male accompagnati

    Se l’invito è stato rivolto personalmente a te, perché dovresti presentarti in compagnia? La gaffe più grave che si può fare è quella di portare un’altra persona o addirittura il cane. Due o Quattro zampe non fanno differenza se prima non hai chiesto il parere del tuo ospite.

    4. Niente sorprese

    Come insegna la regola n.3, il rischio di fare sorprese non gradite è sempre dietro l’angolo. Se hai preso l’impegno di provvedere al dessert, ad esempio, non portare altri alimenti. O quanto meno portali ma senza dimenticare il dolce!

    5. Niente critiche

    Essere spontanei ma non troppo: se non ti piace l’arredamento non c’è bisogno di confessarlo a chi ti ha aperto le porte di casa. Magari concentrati su un gusto comune. Se c’è qualcosa che ti piace, rompi l’imbarazzo mostrando interesse per una lampada di design o un tappeto ma comunque non eccedere mai nei complimenti. Il galateo non ama aggettivi superlativi: non mentire dicendo che quella lampada è la più bella che tu abbia mai visto…basta un sobrio ‘che bella luce, fa sentire proprio a casa’!