Giochi per animali, cosa piace al gatto?

da , il

    Abbiamo visto quanto sia importante l’attività motoria per i gatti, anche per prevenire l’obesità, che negli ultimi tempi colpisce un gatto italiano su tre, per questo motivo il gioco è fondamentale. Ci sono degli oggetti che i nostri amici felini amano di più di altri, e questo dipende non solo dai gusti specifici del singolo gatto, ma anche dal loro particolare modo di distinguere i colori, infatti recenti esperimenti hanno dimostrato che il gatto riesce a distinguere il verde e il blu e forse anche qualche tono nella scala dei rossi. Scegliere dei giochi di questi colori già è un ottimo inizio, ma vediamo quali sono quelli che preferiscono.

    Il gatto per sua natura, decisamente più selvaggia di quella del cane, amerebbe stare all’aperto e giocare con le foglie, gli alberi, gli insetti o anche con i poveri uccellini o, come nella foto, con dei ‘dolci’ topolini, ma solitamente chi possiede un gatto ha un appartamento e il felino si adegua tranquillamente a stare su una calda poltrona o tra i libri. All’interno della casa, in ogni caso, bisogna avere dei giochini da proporgli per farlo muovere ed anche per favorire l’interazione con lui.

    Come vi dicevo una delle cose più importanti da sapere è il fatto che i gatti non distinguono chiaramente tutti i colori quindi basterà un oggetto anche di un solo colore molto accesso, una delle cose che amano di più sono i rumori, tipo campanellini (sceglieteli non troppo rumorosi che poi ve li dovrete sorbire voi!). Per capire quali sono i giochi che il vostro gatto ama di più basterebbe osservarli un po’, i gatti sono imprevedibili e quasi mai banali e riescono ad inventare divertimenti veramente originali.

    I miei due gatti adorano i fili, non è una diceria quella che li vede giocare con il gomitolo di lana, l’unica cosa è che adorano quando mio figlio corre per la casa tirando un filo con un campanellino alla fine. Se non avete un figlio in casa (!), potreste attaccare il filo ad una sedia e muoverlo di tanto in tanto.

    Altri giochi che adorano sono i piccoli topolini, sia in stoffa che in plastica, o le palline in legno o in plastica cave che contengono campanellini o altre palline all’interno.

    Una curiosità: nel 1978 il dottor A. C. Daniels, un imprenditore americano di Boston, fu il primo ad inventare dei giochi pensati appositamente per gatti. I giochi più famosi sono le palline di legno cave al cui interno poteva essere messa la Nepeta cataria, la famosa ‘erba gatta’ il cui profumo fa impazzire di gioia i piccoli felini. Quando, col tempo, il profumo diminuiva, l’erba poteva essere sostituita. Un’altra idea che ebbe un successo strepitoso fu quella di realizzare dei sacchetti di erba gatta fatti di flanella grigia, cuciti a forma di topolino. Il fatto che fosse morbido dava la possibilità al gatto di afferrarlo anche con le unghie.

    Vi lascio con un esilarante video di Simon’s Cat, vi avevo già parlato di questo personaggio e, per i veri amanti dei gatti, è uno spasso. Qui il gatto di Simon è alle prese con una delle attività preferite dai felini entrare nelle scatole.