I giardini acquatici per interni [FOTO]

da , il

    I giardini acquatici per interni risalgono all’antichità e sono particolarmente diffusi in Estremo Oriente, dove hanno una funzione sia estetica che pratica. Da noi stanno sempre più prendendo piede per decorare ed abbellire loft e appartamenti moderni. Si è soliti credere che i giardini acquatici siano adatti esclusivamente ad ampi spazi, in realtà è possibile realizzarli anche in ambienti di medie dimensioni, per impreziosire ad esempio zone inutilizzate. Il loro aspetto minimale ben si adatta allo stile contemporaneo e contribuisce a creare un’atmosfera rilassante perfetta in qualsiasi contesto ambientale.

    Curiosità sui giardini acquatici

    giardino-acquatico-zen

    L’acqua, simbolo per eccellenza di vita, può trasformarsi in un elemento decorativo molto scenografico. Rifacendoci ai giardini zen giapponesi, è possibile utilizzarla per creare dei piccoli angoli acquatici all’interno della nostra casa. Questo tipo di giardini tipici della cultura giapponese, sempre più amati anche da noi, contribuiscono non solo ad arricchire gli interni dal punto di vista estetico ma anche a trasmettere un effetto rilassante all’ambiente. Gli elementi naturali e simbolici che vengono impiegati per la loro realizzazione, come ad esempio i fiori di loto, sono perfetti per creare un’atmosfera di benessere, che agisce inconsciamente sul nostro stato d’animo.

    Come realizzare un giardino acquatico in casa propria

    giardino-d'ispirazione-zen

    I giardini acquatici per interni vengono realizzati anche in Occidente seguendo gli schemi di progettazione tradizionali. L’elemento che li contraddistingue è ovviamente l’acqua, che può essere ferma o corrente. E’ importante prestare attenzione anche al corso dell’acqua, affinchè si generino molteplici effetti sonori: l’acqua che cade sui sassi avrà una tonalità diversa da quella che si insinua dolcemente tra le piante… Altri elementi fondamentali sono le piante, le canne, le palme e le pietre, che simboleggiano il costante divenire della vita. L’architettura moderna è solita proporre i giardini acquatici per abbellire spazi inutilizzati della casa, come ad esempio i sottoscala, ma sono perfetti anche per riqualificare corridoi banali o spazi attigui a pareti disadorne. L’acqua può scorrere eventualmente al di sotto di uno schermo di vetro trasparente. Chi non può permettersi il relativamente costoso giardino acquatico, troverà nei Bonseki, giardini zen in miniatura, una valida alternativa per portare in casa un mini-angolo relax dal sapore esotico!