I lavori nell’orto e nel giardino in autunno

da , il

    I lavori nell’orto e nel giardino in autunno

    Con l’arrivo dell’autunno è bene eseguire una serie di lavori per preparare al meglio l’orto e il giardino. Ecco tutti i lavori nell’orto e nel giardino da eseguire in autunno mese per mese. Nel mese di settembre per prolungare la fioritura di alcune piante (come ad esempio le begonie, le calendule, il tacete e i nasturzi) e in genere di tutte quelle piante la cui fioritura si può protrarre anche fino all’inverno, occorre concimarle e annaffiarle bene. Ovviamente, ogni pianta richiede un differente apporto di concime e d’acqua e quindi occorre informarsi del tipo e della quantità di fertilizzante da somministrare e della frequenza con cui eseguire le annaffiature. Le aiuole e il terreno del giardino devono essere concimati e vangati eliminando tutti gli eventuali residui delle colture che hanno completato e terminato il proprio ciclo.

    Quindi bruciate o interrate i residui ricoprendoli con un leggero strato di calce. Inoltre, per migliorare la dotazione organica del terreno si possono seminare delle leguminose (veccia, lupinella, favetta) che in primavera dovranno essere interrate In questo mese autunnale possiamo anche seminare molte piante. Tra le piante che possiamo seminare in giardino a settembre troviamo: la lunaria, la valerianella, il lupino, la centaurea (meglio conosciuta come fiordaliso), il myosotis (meglio conosciuto come ‘non ti scordar di me’), il pisello odoroso, la godezia, la veronica, la calendula, la violacciocca e la viola del pensiero. Nell’orto, invece, è il momento giusto per seminare: le cipolle, il radicchio, il finocchio, il cavolo verza, gli spinaci, l’invidia, le cime di rapa, i ravanelli, l’origano, la lattuga, la cicoria e il prezzemolo. Anche nel mese di Ottobre, per affrontare al meglio l’autunno, devono essere eseguiti una serie di lavori nell’orto e nel giardino. In giardino è tempo di provvedere alla copertura, con teli di plastica trasparente, della piante più delicate come: gli oleandri e i gelsomini. A partire da questo mese fino al termine dell’inverno si possono potare gli arbusti da fiore come ibisco, viburno, spirea, ecc.

    Si possono piantare anche i prati di leguminose (erba medica, trifoglio, lupinella) nelle zone più calde ed umide in modo da avere le piantine già sviluppate in primavera. Nell’orto, invece, si devono raccogliere il sedano-rapa. Si seminano, per la raccolta invernale, i ravanelli che rimarranno dolci e poco piccanti. Occorre anche raccogliere i cachi e l’uva da tavola e terminare la vendemmia. Inoltre, è consigliabile portare gli agrumi in vaso in un ambiente riparato ed esposto a mezzogiorno. A Novembre sono in piena fioritura i crisantemi. Le altre piante, invece, vanno protette per ripararle dal freddo eccessivo. In questo periodo si possono piantare i bulbi invernali come i tulipani e i giacinti. Se volete un bel prato a primavera questo è il momento propizio per seminarlo. Nell’orto, invece, occorre preparare le buche per gli impianti primaverili delle piante da frutto e degli arbusti, poiché il freddo disgrega il terreno in profondità e le nuove piante messe a dimora potranno quindi sviluppare le loro radici con maggiore facilità. Occorre anche raccogliete le mele a maturazione invernale e conservatele in cassette di legno in ambiente fresco e ben areato. Sono anche pronti per essere raccolti i kaki.