Idee cucina: il giardino si trasferisce a tavola

da , il

    Idee cucina: il giardino si trasferisce a tavola

    Le idee per rinnovare il design e soprattutto per creare nuovi ibridi di arredamento arrivano da tutto il mondo e in numero davvero impressionante. In particolare mi ha colpita un articolo sul blog di Patrizia Pozzi, la quale ha sperimentato un’idea sui generis ma molto suggestiva, che mi ha riportata con la mente alle immagini su cui mi piaceva fantasticare da bambina. Probabilmente non potremo usare un arredamento del genere per ogni pasto, ma provarlo almeno una volta non può che suscitare un’emozione particolare.

    La proposta, davvero stimolante, riguarda un connubio molto intrigante tra spazio interno della cucina e ambiente esterno, il giardino in particolare. Vediamo allora delle trasformazioni bizzarre ma assolutamente affascinanti: le pareti diventano un campo di lavanda, il piano di lavoro un’aiuola, le sedie delle siepi e le siepi, viceversa, dei mobili. Tutto è basato sullo scambio dei ruoli tra natura e casa; il tavolo si divide fra interno ed esterno e diventa anche un giardino, con la verdura a decorare, i vasi picchettati sopra a far da bicchieri, gli attrezzi che si usano come delle posate e i peperoni che sostituiscono le lampade, come in Alice nel Paese delle Meraviglie. Insomma un picnic dentro casa, un’idea stravolta dei ruoli, che non rispecchiano più i canoni tradizionali ma si sovrappongono in maniera però sempre ragionata. Gli spazi chiusi e quelli aperti non vivono più separatamente, in questo modo, ma si fondono per creare una nuova realtà, quella degli spazi reinventati per venire incontro alle nuove tendenze ecosostenibili e di contatto con la natura. Per fare un picnic, insomma, non dobbiamo per forza andare su di un prato, ma possiamo anche portare il prato a casa..