Idee per la casa: Abitare il tempo 2010

da , il

    Idee per la casa: Abitare il tempo 2010

    Ai nuovi architetti e designer, soprattutto quelli con la vena creativa e sopra le righe, piace molto l’ idea di confondere e ribaltare gli spazi della casa. Invertire l’ interno con l’ esterno o farli convivere vicendevolmente in un unico spazio. La casa, o meglio parte di essa, diventa verde e si sposta in giardino nel progetto realizzato da Roberto Semprini per Abitare 2010. Out Home, questo il nome dato dall’ architetto alla sua idea, prevede lo spostamento all’ esterno della sala e della zona relax e benessere. Per cominciare.

    L’ idea di stravolgere gli spazi e di abbattere le pareti che ci ‘costringono’ all’ interno della casa è ormai realizzabile; certo c’è bisogno di materiali appositi per l’ esterno e di uno studio ponderato, come nel caso della cucina ideata e realizzata da Scic, che può essere utilizzata in giardino.

    Anche il problema meteorologico è stato affrontato a dovere e, in caso di pioggia, è possibile coprire i moduli abitativi con delle tende scorrevoli che si appoggiano su una struttura di legno realizzata dalla Subissati, azienda specializzata nella costruzione di case prefabbricate in legno. Oltre al modulo della cucina, Semprini ha aggiunto quello del bagno e della zona relax, con tanto di vasca e doccia. Una casa ecologica dal design moderno e con tutti i comfort.

    E se tra gli obiettivi futuri c’è quello di portare fuori anche lo studio, grazie all’ utilizzo di vetrate traspiranti al posto dei muri, per ora il progetto di Semprini non rappresenta solo una provocazione o un’ utopia, ma un vero e proprio stimolo a condividere i nostri spazi con la natura, facendola parte integrante della nostra casa. Se oggi si passa meno tempo all’ aria aperta, allora la soluzione migliore sarebbe proprio quella di viverci all’ aria aperta.