Illuminazione design: il tessuto Dreamlux arreda anche al buio

da , il

    Illuminazione design: il tessuto Dreamlux arreda anche al buio

    Le soluzioni per l’arredo ed il design sono in continua ricerca di nuove idee e sperimentazioni. L’obiettivo è quello di superare i vincoli legati alle classiche destinazioni d’uso dei singoli oggetti per creare nuove forme di arredamento. Un esempio può essere fornito dalla fibra ottica che si reinventa fonte di luce e illumina i tessuti: è il caso di Dreamlux, la stoffa che si ‘accende’ quando si spegne la luce, prodotto di una collaborazione tra l’azienda italiana Il filo dei sogni e Luminex, che ha il brevetto del tessuto luminoso in fibra ottica. Quindi niente banda larga e connessione ad internet, questo volta il cavo ottico ha la funzione di arredare.

    Il filo dei sogni è un azienda lodigiana specializzata nella realizzazione di lenzuola, federe, tovaglie, copri piumini intesi, oltre che come semplice biancheria, soprattutto come oggetti di arredo. E proprio da Il filo dei sogni nasce l’idea di Dreamlux, una fantastica idea che valorizza la luce come elemento di design e rende i tessuti che la implementano un nuovo mezzo di erogazione luminosa. Arredare con la luce non è mai stato così innovativo e sofisticato. L’utilizzo della fibra ottica nei tessuti sigilla una fusione importante tra design e tecnologia che sarà destinata a creare in futuro progetti sempre più ambiziosi ed originali. Dopo moda e design, quindi, l’arredamento si lascia contaminare anche dagli ultimi ritrovati hi-tech, con un risultato eccezionale.

    Dreamlux è per la camera da letto e la zona pranzo ed è personalizzabile nei colori, nelle fantasie e nei diversi tessuti con cui realizzare lenzuola, tovaglie e copriletto. Il buio non fa più paura, Dreamlux lo ha sconfitto.