Impianti irrigazione: consigli per la realizzazione fai da te

da , il

    Impianti irrigazione: consigli per la realizzazione fai da te

    Uno dei lavori che possiamo iniziare a fare nel nostro giardino ma anche sul terrazzo è quello della progettazione e della realizzazione di un sistema semplice di irrigazione. Ora è il momento di farlo in quanto le piante non sono ancora ricresciute ed in alcuni casi è possibile anche scegliere di posizionare dei tubi sotto terra. Se lo realizziamo adesso ci troveremo quest’estate a non dover fare degli impianti fatti male o a dover chiedere ai vicini di venire a innaffiare le nostre piante. Di seguito qualche consiglio utile per la realizzazione di un impianto semplice ed efficace.

    La fase di progettazione per l’impianto di irrigazione è molto importante e tutto dipenderà ovviamente da come decideremo di posizionare le nostre piante.

    Quando si realizza un giardino prima di tutto viene fatta la scelta delle piante che è effettuata in base all’esposizione solare e al tipo di terreno. L’irrigazione è affidata invece ad un impianto, spesso automatico, che si gestisce in maniera autonoma, senza dover dipendere da noi.

    Innanzitutto dovremo scegliere il tipo d’impianto da installare: a goccia, fuori terra, interrato. Nella maggior parte dei casi si preferisce un impianto d’irrigazione interrato perché è piuttosto discreto, ma se vogliamo lasciarci la possibilità di modificarlo negli anni successivi, oppure le dimensioni del girdino o del terrazzo non sono enormi, possiamo anche scegliere quello fuori terra.

    Un buon sistema d’irrigazione permette a ogni pianta di avere la giusta quantità di acqua giornaliera. Uno dei consigli per la scelta dei tubi e degli attacchi è quello di scegliere una sola marca e non utilizzarne diverse per lo stesso impianto, questo vi darà modo di aggiungere e cambiare i pezzi senza rischiare di avere delle perdite o di non trovare i ricambi.

    In fase di progettazione dovremo tracciare il percorso che faranno i tubi, per eseguire con maggiore cura e accortezza i lavori è sempre preferibile che l’impianto sia creato nel momento in cui si realizza il giardino o si decidono le posizioni delle piante sul terrazzo. A seconda della dimensione del giardino saranno necessari diversi punti d’irrigazione.

    La pressione dell’acqua è un altro elemento molto importante infatti è proprio questa che permette all’acqua stessa di raggiungere una certa distanza.

    Non dimentichiamo poi che non solo le piante ed i fiori hanno bisogno di una buona irrigazione, ma anche il prato quindi anche se il giardino dovesse avere poche piante, l’irrigazione sarà fondamentale lo stesso.

    Tutto il necessario potrà essere acquistato presso i centri per il bricolage oppure per il giardinaggio. L’intero sistema d’irrigazione può essere anche automatizzato, lo si può collegare ad un timer che farà entrare in funzione l’irrigazione ogni giorno a un orario stabilito. Sul mercato è possibile trovare anche un sistema in grado di evitare di usare l’acqua per l’irrigazione in caso di pioggia durante la giornata.

    Prendete inconsiderazione il fatto di acquistare dei timer di qualità altrimenti rischierete di doverlo cambiare presto. Altro importante consiglio: non fate linee troppo lunghe. Maggiore è la lunghezza della linea (del tubo), maggiore sarà la perdita di pressione all’allontanarsi dal punto di immissione dell’acqua.

    Infine, per la scelta dei tubi, in commercio potrete trovare tubi in PVC molto economici. I tubi sono destinati a durare per anni. Scegliete un tubo non troppo flessibile e non troppo rigido: il tubo deve essere in grado di curvare senza piegarsi. Un tubo non di buona qualità potrebbe bucarsi in corrispondenza dei giunti, dei raccordi e degli attacchi dei pop-up e potrebbe deteriorarsi col tempo a causa del freddo, del caldo o per altri motivi.

    Se il vostro terrazzo o il vostro giardino non sono di enormi dimensioni, vedrete che la realizzazione dell’impianto non sarà difficile e vi eviterà di chiamare un tecnico ad ogni piccolo guasto in quanto conoscerete ogni punto del vostro sistema. Buon lavoro!