Incentivi per pannelli fotovoltaici: ulteriore riduzione ma convengono ancora

da , il

    Incentivi per pannelli fotovoltaici: ulteriore riduzione ma convengono ancora

    Gli incentivi per i pannelli fotovoltaici sono stati da subito lo stimolo principale a spingere i pionieri dell’energia solare ad installare nelle proprie aziende e abitazioni degli impianti che oggi si sono dimostrati di grande efficienza ed affidabilità. Una sfida vinta dunque. Ora, con il rilascio del quarto conto energia, gli incentivi si sono abbassati, ma il fotovoltaico resta comunque un validissimo investimento, tenendo in considerazioni che sono scesi drasticamente anche i prezzi. E poi parliamo di energia pulita e rinnovabile, per cui abbiamo solo da guadagnare.

    Come abbiamo detto, gli incentivi, a partire dal 2012, sono scesi a 0,274 euro per kW/h, ma a partire da luglio, cioè dall’inizio del secondo semestre, si passerà a 0,252 euro. Queste tariffe riguardano gli impianti fotovoltaici entro i 3 kW di potenza, installati in modo complanare all’edificio, quindi non integrati ad esso. Per farla breve, si tratta della tipologia più comune, che soddisfa il fabbisogno energetico di una famiglia media.

    La richiesta di incentivi va fatta al GSE (Gestore dei servizi energetici) e per i comuni con meno di 5.000 abitanti, si può usufruire di un ulteriore 5%. Anche l’utilizzo di componenti prodotti per il 60% in Europa comporta un bonus del 10% sugli incentivi.

    Per concludere, l’investimento è ancora conveniente perché, calcolando che la spesa media per un impianto da 3kW è di circa 10.500 euro, con un resa media intorno ai 3.500 kW/h all’anno e un risparmio sulla bolletta che si aggira sui 500 euro, la copertura dei costi iniziale può avvenire nell’arco di 6 o 7 anni.

    Qui il discorso è molto generico, giusto per dare un’idea, ma ad esempio i tempi si restringono in caso i pannelli fotovoltaici si trovino nel Sud Italia, dove hanno una resa maggiore, o si allungano in caso l’investimento iniziale sia finanziato da una banca (qui infatti dipende molto dal tasso di interesse applicato).