La differenza tra cibi congelati e surgelati

da , il

    La differenza tra cibi congelati e surgelati

    La maggior parte delle volte usiamo i verbi congelare e surgelare come se fossero sinonimi, ma in realtà esiste una sostanziale differenza tra cibi congelati e surgelati.

    In entrambi i casi si tratta di processi di conservazione del cibo mediante il freddo, ma mentre la surgelazione avviene a livello industriale e ai cibi vengono fatte raggiungere temperature bassissime, tramite l’ausilio di macchinari appositi, la congelazione normalmente avviene nel freezer di casa.

    In realtà a determinare la sostanziale differenza tra cibi congelati e cibi surgelati è la formazione dei cristalli di ghiaccio. Questi ultimi si formano in entrambi i casi, ma mentre con la surgelazione, le loro dimensioni sono piccolissime per via della rapidità con cui l’intero procedimento avviene e per le temperature siderali che si raggiungono (queste vanno da -80° a -18°). Con la congelazione, invece, i cristalli di ghiaccio che si formano sono più grandi.

    La grandezza dei cristalli di ghiaccio non è una mera questione oziosa, ma influisce in maniera determinante sull’integrità dei cibi per cui quando ad esempio scongeliamo una busta di spinaci surgelati il loro gusto sarà molto simile a quello degli spinaci freschi; mentre se congeliamo e poi scongeliamo degli spinaci freschi, paradossalmente il loro gusto sarà molto diverso da quello originario a causa della maggiore perdita d’acqua e di sostanze nutritive che avviene durante il processo di scongelamento.

    E’ sempre bene tenere a mente che i cibi congelati non andrebbero conservati all’infinito, ma per un tempo che varia a seconda del cibo interessato e oltre il quale la congelazione comporta un’eccessiva perdita di sostanze nutritive.