La moneta nel freezer: il trucco per capire se è saltata la corrente mentre eri in vacanza

La moneta nel freezer è un trucco per capire se è saltata la corrente mentre eri in ferie. Si tratta di un trucco molto semplice da mettere in pratica che aiuta a scoprire, in modo infallibile, se ci sono stati scongelamenti inaspettati a casa. Saperlo è importantissimo per evitare intossicazioni da cibi andati a male.

da , il

    La moneta nel freezer: il trucco per capire se è saltata la corrente mentre eri in vacanza

    Scopriamo il trucco per capire se è saltata la corrente mentre eri in vacanza con la moneta nel freezer. Quando soggiorniamo altrove per le ferie, può capitare che la luce salti in casa compromettendo i cibi conservati in freezer, senza contare i danni che tale eventualità può comportare sugli elettrodomestici. Ma esiste un trucco per arginare i danni o perlomeno per accorgersi se la luce è saltata e agire di conseguenza, gettando via i cibi potenzialmente dannosi per la salute. Si tratta come premesso della monetina in freezer, vediamo come funziona e perché è utile.

    Come funziona la moneta nel freezer

    E’ molto semplice ricorrere al trucco della moneta nel freezer: è sufficiente riempire un bicchiere di acqua e lasciarlo ghiacciare, collocare la moneta in superficie e riporre il bicchiere nuovamente in freezer.

    Se la moneta, al ritorno dalle ferie, è intatta al suo posto significa che non ci sono state interruzioni di corrente; se invece è affondata nel bicchiere, evidentemente il ghiaccio si è sciolto, quindi si è verificata un’interruzione più o meno prolungata.

    Nel caso in cui si scopra che ci sono state interruzioni di corrente, sarà opportuno gettare via eventuali cibi rimasti in freezer o in frigorifero che potrebbero essere andati a male. I cibi scongelati e ricongelati sono infatti potenzialmente pericolosi perché possono provocare intossicazioni.

    Cibo scongelato e ricongelato: rischi

    E’ risaputo che congelare e scongelare i cibi è pericoloso per la salute. Ciò dipende dal fatto che il congelamento non uccide tutti i batteri dei cibi, ma ne riduce semplicemente le funzioni vitali.

    Nel momento in cui i cibi vengono scongelati, i batteri riprendono la loro normale attività e si moltiplicano. Se il cibo viene consumato subito non accade nulla ma se viene ricongelato i batteri aumentano di numero, mettendoci a rischio di intossicazione.

    Per non parlare del valore nutritivo del cibo che risulta danneggiato dal congelamento e scongelamento, difatti la struttura delle cellule alimentari viene rotta dai cristalli di ghiaccio.

    Detto questo, ribadiamo l’importanza di verificare che il cibo durante le ferie non abbia subito scongelamenti imprevisti a causa dell’assenza di elettricità per periodi limitati. Il cibo potrebbe essere compromesso, quindi vale la pena utilizzare il trucco della moneta. In fondo costa niente e si rivela davvero utile.