Le Ricette dei Designer 2: in cucina torna il design

da , il

    Le Ricette dei Designer 2: in cucina torna il design

    Si, avete capito bene: i designer si mettono ai fornelli e danno vita a forme nuove di concepire il gusto e le decorazioni a tavola con ‘Le Ricette dei Designer 2: 130 nuovi progetti in punta di forchetta’. Nella nuova edizione della fortunata opera prima (Le Ricette dei Designer: 70 nuovi progetti in punta di forchetta) che ha dato vita a questa cucina creativa, intesa in senso alimentare e di design, i piatti tradizionali vengono rivisitati e rinnovati, come opere d’arte, caratterizzate però da un’alta digeribilità, come il branzino in frac o la polenta di Mole Antonelliana. Vediamo quali sono le novità presentate nell’ultimo libro.

    Sicuramente tra le opere più sfiziose de ‘Le Ricette dei Designer 2′ troviamo l’APE-ritivo di Moreschi, una composizione di formaggi accompagnati da miele e castagnaccio, ideale sia come antipasto che come dessert. La polenta alla Scaccabarozzi è invece la riproduzione fedele di un edificio torinese, i cui ingredienti sono polenta gialla, gorgonzola, funghi trifolati, sugo e Bra. Vederlo in piedi deve essere uno spettacolo, sarà poi più complicato mangiarlo, viste le dimensioni e la poca praticità! A rendere più tecnica questa escursione architettonica nel mondo culinario c’è la presenza di fotografie, bozze e disegni che accompagnano i vari piatti.

    Se volete avere un assaggio, in tutti e due i sensi, di questa sperimentazione ibrida, potete assistere al Live Cooking Show del 30 maggio a Bologna, dove i designer metteranno in mostra, in cucina, quanto predicato in ‘Le Ricette dei Designer 2′.

    Una bella idea, anche gustosa se vogliamo! Ma io preferisco la cucina tradizionale: diamo a Cesare quel che è di Cesare!