Mimosa pudica, perchè le foglie si ripiegano quando le sfioriamo

da , il

    Mimosa pudica, perchè le foglie si ripiegano quando le sfioriamo

    La Mimosa pudica è una pianta sempreverde di piccole dimensioni appartenente alla famiglia delle Fabaceae (leguminose). E’ originaria dell’America e viene coltivata a scopo ornamentale per il suo fogliame particolarmente decorativo e per la bellezza dei suoi fiori. Questa pianta si presenta con sottili fusti (eretti o ricadenti) di colore bruno-rossastro che sono ricoperti da una sottile peluria e da piccole spine aculeate caratteristiche delle mimosaceae come la mimosa e la robinia. Le foglie pennate sono costituite da piccole foglioline ellittiche appiattite che si ripiegano durante le notte o se vengono sfiorate con la mano. Proprio per questa caratteristica la mimosa viene denominata ‘pudica’. I fiori sono piumosi e a forma sferica di colore rosa acceso.

    I frutti invece sono baccelli in grappoli di colore marrone chiaro. Per quanto riguarda la cura, la mimosa pudica necessita di annaffiature regolari fino all’autunno, mentre in inverno occorre diminuirle o sospenderle del tutto se coltivata all’aperto. In primavera (il mese della fioritura) è opportuno somministrare una volta al mese del concime liquido per piante da fiore mischiato con dell’acqua. Dopo la fioritura, invece bisogna eliminare i fusti secchi e danneggiati ed accorciare quelli troppo lunghi.

    Teme inoltre il marciume radicale causato dai ristagni idrici. Tra i parassiti teme particolarmente l’attacco degli afidi e delle coccinelle. La mimosa pudica si moltiplica per seme da effettuarsi in primavera utilizzando del terriccio misto a sabbia e torba. Predilige un’esposizione alquanto soleggiata e si adatta a qualsiasi terreno.