Moda e design: vestire gli elementi di arredo con tessuti per l’abbigliamento

da , il

    La moda ed il design sono sempre più vicini, sempre più a stretto contatto e si mescolano senza paura. Questa tendenza è anche lo specchio dei tempi, riflette le esigenze e le preferenze di una società moderna. Immaginate venti, trenta o anche cinquanta anni fa un mobile rivestito con un tessuto di jeans, con la lana o con il tartan, uno stile inaccettabile. Ora che la moda ha invece stravolto i suoi canoni e propone stravaganze senza alcun timore, anche il design è uscito dal suo guscio e sta cominciando ad imporre un nuovo stile. Vestire i mobili diventa allora il nuovo grido di tendenza.

    Un’invasione da parte della moda nel campo dell’arredamento l’abbiamo già vista nella provocatoria collezione Jungle per bagni di lusso, firmata Ceramica Cielo; li, grazie ad una sapiente fusione tra la ceramica e i pellami di pitone e di coccodrillo, è stato possibile creare degli elementi ibridi, riassunto delle caratteristiche dei due materiali utilizzati.

    Per quanto riguarda i mobili possiamo vedere come ora venga proposto il jeans come rivestimento giovanile per i cuscini o per le presine da cucina, oppure come la lana si trova a rivestire poltrone, divani o diversi oggetti di design, per conferire loro un carattere retrò-kitsch. Pensare che prima era utilizzata solo per i maglioni e le coperte. Anche altri tessuti, come il pizzo per i lampadari, o il tartan scozzese preso in prestito dai quilt delle Highlands, rappresentano un nuovo ritrovato che suggella il connubio sempre più stretto tra la moda ed il design. E le soluzioni sono pressoché infinite e se ci sono le disponibilità si può anche aggiornare l’abbigliamento del proprio arredamento con le collezioni primavera estate o autunno inverno!