Neve, chi risponde dei danni?

da , il

    Neve, chi risponde dei danni?

    Siamo a dicembre, nel pieno della stagione invernale e, dato il maltempo e i disagi dei giorni scorsi, si pongono con tutta evidenza i problemi connessi alla neve, al suo sgombero nelle città e davanti agli stabili. E’ un problema significativo di cui non tutti conoscono le soluzioni. Chi deve occuparsi dello sgombero della neve davanti agli stabili? E chi è responsabile nel caso in cui si verifichino dei danni per mancata attività da parte dei condomini o dei proprietari degli stabili per lo sgombero della neve? Chi risponde del risarcimento dei danni ad esempio nel caso in cui un blocco di neve cada dal tetto sulla vettura di un terzo parcheggiata sotto lo stabile?

    Innanzitutto deve dirsi che in ogni condominio ci dovrebbe essere un responsabile ben identificato (interno o esterno) che, in caso di neve, intervenga per rimuoverla nei percorsi pedonali, il marciapiede antistante l’immobile e la rampa di accesso ai garage. Da un punto di vista giuridico la neve dal momento in cui comincia a depositarsi sulle pertinenze delle abitazioni piuttosto che su tutte le uscite private diventa in un certo senso una ‘parte comune dell’edificio’. Per questo è compito e dovere del condominio o del proprietario adottare tutte le misure necessarie per evitare che la neve provochi qualsiasi tipo di problema ai condomini o ai terzi.

    Il risarcimento di qualsiasi tipo di danno che si verifichi è altrimenti a carico proprio dei condomini o del proprietario che non si sono adoperati per rimuovere i disagi ed i pericoli causati dalla neve. Per cui, nell’ipotesi del blocco di neve che cade dal tetto sull’autovettura di un terzo parcheggiata sotto lo stabile, risponde il proprietario inerte o l’intero condominio.