Pesto fatto in casa: come si fa e come si conserva

da , il

    Pesto fatto in casa: come si fa e come si conserva

    Preparare il pesto in casa è facile e veloce, per la sua conservazione è opportuno seguire qualche semplice accorgimento. Ebbene? Volete cimentarvi, anche voi?

    Tutto quello che vi occorrerà, oltre al basilico fresco ovviamente, è: olio (meglio se extravergine di oliva), sale, parmigiano (o pecorino), aglio, pinoli e per chi lo desidera anche qualche noce. Vediamo, dunque, come fare il pesto in casa e conservarlo.

    Come fare il pesto in casa

    Lavate ed asciugate le foglie di basilico dopo averle private dei gambi, mettetele nel mixer insieme a 150 grammi di pinoli, 100 grammi di parmigiano e 2 spicchi d’aglio e frullate fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete l’olio nella quantità desiderata, salate a piacere e mescolate con cura. Qualcuno ritiene che l’utilizzo del moderno mixer mortifichi un po’ l’aroma del basilico, facendolo perdere, se condividete questa sensazione, in alternativa, potete utilizzare la mezzaluna per tritare le foglie di basilico e il mortaio per pestarle insieme a tutti gli altri ingredienti.

    Foto di Sh@n@n@

    Come conservare il pesto senza congelarlo

    Il pesto fatto in casa si conserva perfettamente in freezer in porzioni monodose, ma se desiderate conservare il pesto senza congelarlo dovrete seguire qualche piccolo accorgimento. All’interno di un barattolo ricoperto con un po’ di olio, il pesto fatto in casa, si conserva in frigo per circa 2 settimane, se però desiderate allungare i tempi della conservazione sarebbe opportuno preparare una semplice ‘base pesto‘, anziché procedere con la ricetta completa, ovvero durante la preparazione non aggiungere il formaggio, limitandovi ad una semplice crema di basilico, pinoli e un po’ d’olio. Aggiungerete il parmigiano fresco (o pecorino) e l’olio nelle quantità necessarie solo successivamente, nel momento in cui desiderate consumarlo.

    Foto sopra di Virtual Eric e foto d’apertura di kstenqnen