Poltrone originali: tante idee da copiare [FOTO]

da , il

    Poltrone originali per una casa che vuole distinguersi, che ama la libertà d’espressione, che non teme la diversità. A forma di bocca per una dimora sensuale, simile a un volto umano per un’abitazione stravagante o come una polpetta famelica, dotata di lingua, per una casa macabro-chic. Ecco allora tante idee da copiare esclusivamente per chi non ha paura di osare.

    Poltrona polpetta di Jason Goh

    Un’enorme polpetta con tanto di lingua rossa che esce dalle sue fauci, pronta ad inghiottire chiunque osi sedersi al suo interno. L’idea è del designer Jason Goh che si sarebbe ispirato niente meno che a una paura infantile, terrorizzato com’era dall’idea che il cibo potesse prendere vita trasformandosi in un mostro famelico. Quando i traumi dell’infanzia favoriscono la genialità!

    Poltrona bouquet di Tokujin Yoshioka

    In una dimora romantica la poltrona bouquet troverà il suo spazio ideale. Il letto di petali che fa da seduta è un piccolo capolavoro formato da quadrati di stoffa piegati a mano, cuciti pazientemente uno ad uno, mentre la solida struttura della base girevole è in acciaio verniciato. Un lavoro raffinato e ricercato quello del designer giapponese Tokujin Yoshioka, abile manipolatore di forme e tessuti. Sul mercato la poltrona bouquet è disponibile in tre diverse declinazioni, rosso, ciclamino e bordeaux.

    Poltrona ZAC Glamour Design

    Il Maggiolino Wolkswagen si trasforma in un pezzo d’arredo firmato Zac Glamour Design. Lussuosa, comoda, originale, impreziosita da cristalli Swarovski, finiture in foglia d’argento in stile barocco e illuminazione moderna per la casa a led per riprodurre i fari e le frecce dell’automobile da cui trae ispirazione. Un tocco di classe per una casa che non rinuncia all’eleganza.

    Poltrona Proust di Alessandro Mendini

    Il modello originale di questa poltrona consapevolmente kitsch risale al 1978, dopodichè ne sono nate molte versioni diverse, più o meno colorate, più o meno simili. La versione del designer Alessandro Mendini si rifà a un dipinto del puntinista Paul Signac come si evince dal tessuto utilizzato per il rivestimento. Un modello senz’altro originale e unico nel suo genere che ben si addice a una dimora eccentrica ma con gusto.

    E se avete il pallino del riciclo a fare al caso vostro saranno le poltroncine eleganti di Katie Thompson, realizzate con vecchie valigie. Ad ognuno la sua poltrona!