Protezione animali: approvato il testo della Costituzione per cani e gatti

da , il

    Protezione animali: approvato il testo della Costituzione per cani e gatti

    Buone notizie per gli amici a quattro zampe ma anche per i padroni e in generale tutti gli amanti degli animali: dopo 23 anni è stata approvata la Costituzione degli animali domestici. Nessuno nella Camera dei Deputati ha votato contro questo provvedimento e in 489 hanno detto si all’approvazione della convenzione europea degli animali da compagnia, promossa a Strasburgo nel 1987. Da oggi gli animali saranno protetti legalmente contro maltrattamenti e violenze. Uccidere un animale da compagnia, ad esempio cani o gatti, significa rischiare da 4 mesi a 2 anni di reclusione. I maltrattamenti saranno puniti con la reclusione da tre a quindici mesi oppure con una multa da 3mila a 15mila euro.

    I maltrattamenti non sono solo percosse ma anche somministrazione di sostanze stupefacenti o dannose oppure costrizione a fatiche o condizioni non idonee. Le multe e le sanzioni aumentano se gli animali sono più piccoli di 12 settimane. E’ punito anche chi sevizia cani o gatti procedendo all’amputazione della coda o delle orecchie, alla recisione delle corde vocali o all’asportazione delle unghie o dei denti. La pena inoltre aumenta della metà di quanto previsto se in seguito a questi comportamenti si causa la morte dell’animale. Ovviamente sono esclusi i veterinari che sottopongono gli animali a interventi chirurgici oppure qualsiasi episodio in cui questi interventi si ritengono necessari per la sopravvivenza dell’animale. Viene infine introdotto il reato di traffico illecito di animali domestici : chi introduce in territorio nazionale cuccioli senza le necessarie certificazione o non rispettando i sistemi di identificazione è punito con la reclusione da tre mesi a un anno e con la multa da euro 3mila a euro 15mila. Finalmente anche l’Italia protegge gli animali e si muove contro l’abbandono dei cuccioli e il maltrattamento!