Restauro infissi in legno fai da te

da , il

    Restauro infissi in legno fai da te

    Se avete una casa con gli infissi in alluminio avete fatto un affare, se invece avete gli infissi in legno, fate parte della stragrande maggioranza delle persone che dopo qualche tempo si accorgono che bisogna intervenire sugli infissi per farli tornare decenti. Gli infissi in legno, soprattutto quelli di finestre e porte esterne, sono soggetti ad usurarsi con il passare del tempo proprio per il materiale di cui sono stati creati che risente molto degli sbalzi climatici e dell’umidità. Ho una buona notizia da darvi: seguendo questa guida potrete restaurare i vostri infissi in legno con il fai da te e qui di seguito vi dirò come fare per ottenere un ottimo risultato.

    Per fare il restauro degli infissi in legno utilizzando la tecnica del fai da te dovrete recarvi un negozio di bricolage e rifornirvi dei materiali e degli strumenti necessari per effettuare un buon lavoro. Vi occorreranno: uno sverniciatore liquido, vernice, carta abrasiva, stucco per il legno, indurente per legno, conservante per legno, cacciaviti, spatole, pennelli piatti, punteruolo, spazzola, scalpello, martello e guanti da lavoro. Il necessario per restaurare il vostro complemento d’arredo è di una certa quantità, ma se amate il fai da te il risparmio è assicurato perchè il restauro fatto da un professionista vi costerebbe sicuramente molto di più. Credo che sia più semplice e comodo procedere per step, così vi elencherò i cinque punti da seguire per non fare confusione.

    Punto 1:

    Indossate i guanti e rimuovete gli infissi in legno da restaurare e sistemateli su un piano di lavoro coperto da un telo di plastica. A questo punto rimuovete i vetri o le parti metalliche dai vostri infissi in legno.

    Punto 2:

    Con il pennello piatto stendete sul telaio uno strato di sverniciatore liquido ed attendete che asciughi attenendovi alle istruzioni che troverete sulla boccetta. Trascorso il tempo previsto cercate di togliere il vecchio strato di vernice presente sugli infissi stando molto attenti a non danneggiare il legno.

    Punto 3:

    Osservate attentamente le condizioni del legno dei vostri infissi e se vi accorgete che ci sono parti marcite o danneggiate, provvedete ad eliminarle con l’aiuto del punteruolo, scalpello e martello a seconda della gravità del problema. Quando avrete eliminato completamente le parti rovinate del legno degli infissi, dovrete spazzolare le parti lavorate per rimuovere la polvere ed altri residui. Adesso trattate le parti danneggiate con il conservante per il legno ed aspettate che asciughi molto bene.

    Punto 4:

    Ora potrete procedere col vostro restauro fai da te stuccando le parti di legno che erano danneggiate ed avete dovuto eliminare. Prendete un contenitore e versateci lo stucco con un pò di indurente e mescolate. Poi cercate di otturare i fori, le scheggiature e le parti rimosse con lo stucco unito all’indurente aiutandovi con una spatola. Quando lo stucco sarà asciutto, dovrete eliminare quello in eccesso con un panno umido. Poi attendere per qualche minuto, affinchè si asciughino le parti inumidite con il panno ed iniziare a carteggiare con la carta abrasiva i punti stuccati per rendere le parti lisce ed allo stesso livello del legno. Quando avrete finito di carteggiare dovrete passare un panno morbido per rimuovere tutti i residui di polvere.

    Punto 5:

    Adesso non vi resta che prendere un pennello pulito e dare 3 passate di vernice in ogni punto dei vostri infissi in legno perchè raggiungano un colore omogeneo, aspettare che la vernice sia ben asciutta, rimontare il vetro e le parti metalliche e riposizionare gli infissi.

    Il restauro dei vostri infissi in legno richiederà tempo e pazienza, ma il risultato sarà eccellente. Buon lavoro.