Ricetta della torta Pasqualina ligure

da , il

    Ricetta della torta Pasqualina ligure

    L’Italia è la regione con la cucina più apprezzata in tutto il mondo, forse anche perchè ogni regione ha le sue specialità, i suoi piatti tipici soprattutto quando si parla di ricorrenze specifiche, come il Natale, la Pasqua e via discorrendo. Una ricetta dell’antica tradizione ligure è la torta Pasqualina: una torta salata ottima sia calda che fredda e che solitamente si prepara per festeggiare la Pasqua in questa zona della nostra penisola, anche se è diventato un piatto molto noto anche nelle altre regioni e spesso viene preparata per le gite fuori porta grazie al fatto che si può tranquillamente degustare fredda.

    La torta Pasqualina ormai si è diffusa in tutta Italia per la velocità e la semplicità della sua realizzazione e per la bontà. Gli ingredienti originali della ricetta ligure della torta Pasqualina per festeggiare la Pasqua sono: 700 gr di bieta, 300 gr di ricotta, 100 gr di parmigiano, 50 gr di pecorino, 2 confezioni di pasta sfoglia, 7 uova, sale e pepe. Per effettuare la preparazione della torta Pasqualina dovrete dedicare prima la vostra attenzione ed il vostro tempo alle verdure. Infatti dovrete pulire la bieta molto bene e cuocerla in acqua bollente per circa 5 minuti, in modo che si ammorbidisca, scolarla, strizzarla per bene e lasciarla alcuni minuti sulla carta assorbente per eliminare tutta l’acqua residua. Fatte le verdure dovrete iniziare a preparare il ripieno della vostra torta Pasqualina. Munitevi di un contenitore e versate la ricotta, le uova, il pecorino ed il parmigiano ed amalgamateli molto bene con una forchetta o con la frusta senza lasciare grumi ed alla fine aggiungete un pizzico di sale ed un pò di pepe. Ora potrete unire le biete al composto. Successivamente prendete una teglia di forma circolare ed inserite la pasta sfoglia (potrete acquistarla già pronta al supermercato) sul fondo e sui bordi e riempitela con il ripieno amalgamato che avevate realizzato prima. Preparate 5 uova sode che andranno incorporate intere insieme al ripieno sulla pasta sfoglia, a questo punto prendete l’altra pasta sfoglia e ponetelo sul ripieno attaccando i bordi delle due paste sfoglie, ora non vi resterà che passare l’uovo sbattuto sulla superficie e fare dei fori con uno stuzzicadente oppure i denti di una forchetta ed infornare per poco meno di un’ora a 200 gradi di temperatura. Trascorso il tempo giusto la vostra torta Pasqualina sarà pronta da assaporare sia calda che fredda a seconda dei vostri gusti. Buona Pasqua.