Ricette di Pasqua: come cucinare l’agnello alla napoletana

da , il

    Ricette di Pasqua: come cucinare l’agnello alla napoletana

    Pasqua si avvicina e come sempre anche noi vi proponiamo delle gustosissime ricette da preparare per le feste, le ricette della tradizione italiana con alcune varianti regionali. Per il pranzo di Pasqua, che quest’anno cadrà domenica 24 aprile, è tradizione per tutti gli italiani mangiare un abbondante agnello. Mangiare questo tipo di carne ovviamente, essendo una pietanza legata alla Pasqua, è un’usanza religiosa, infatti secondo l’Antico Testamento l’agnello pasquale sarebbe il memoriale, eseguito con il sacrificio di un agnello, della liberazione del popolo di Israele dalla schiavitù d’Egitto, mentre per il Nuovo Testamento e per il Cristianesimo, l’agnello rappresenta il figlio di Dio Gesù Cristo.

    L’agnello come la colomba è un simbolo di innocenza e purezza presso tutti i popoli della terra, anche se a livello laico, ambientale e morale sono in molti a criticare questa usanza pasquale.

    Ogni regione italiana ha una sua particolare ricetta, qui ecco quella napoletana per cui sarà possibile anche sostituire l’agnello con il capretto.

    Ricetta Agnello o Capretto Pasquale – Napoli

    A Napoli il pezzo di carne può essere cotto intero ed è possibile cucinarlo in 60 grammi di strutto e 50 grammi di olio invece che in solo olio come normalmente si fa nelle ricette per la cottura dell’agnello.

    Ingredienti per 6 persone:

    - 1 agnello da latte di circa 1,8 kg

    - 1 kg patatine novelle piccole e lavate bene

    - 500 g di cipolline novelle

    - rosmarino, salvia e alloro

    - sale e pepe q.b.

    Preparazione:

    Riscaldate il forno a 150 gradi poi tagliate la carne a pezzetti, lavatela e asciugatela bene. Mettete in una teglia grande l’olio, il rosmarino, la salvia, l’alloro e metà delle cipolline tagliate sottili. Sopra a tutto questo disponete i pezzi di agnello ponendo qua e là le rimanenti cipolline intere e le patatine con la loro pelle. Salate, pepate bene e infornate per circa un’ora. A metà cottura girate il tutto per evitare che si attacchino le pietanze alla teglia. Appena sfornato sarà da servire con il suo sugo di cottura.