Riso basmati: tutti i segreti del chicco allungato

da , il

    Riso basmati: tutti i segreti del chicco allungato

    Il riso basmati è una varietà di riso dal sapore intenso e molto aromatico, è caratterizzato da chicchi stretti e allungati, non contiene glutine e pertanto è indicato anche nella dieta dei soggetti celiaci, è facilmente digeribile e costituisce l’accompagnamento ideale a verdure e carni bianche. Ma vediamo di saperne di più.

    Riso basmati: cottura

    Un’eccellente cottura del riso basmati è quella che ci fa ottenere chicchi ben sgranati e asciutti, che non si appiccicano tra loro. Pertanto la cottura del riso basmati non deve essere troppo lunga perché altrimenti i chicchi assorbono troppa acqua, si gonfiano e gonfiandosi perdono consistenza. Ma soprattutto, il segreto per una buona cottura del riso basmati sta nella giusta quantità di acqua, che se fosse troppa disperderebbe sapori e aromi del riso basmati. La quantità di acqua giusta è quella pari al doppio del peso riso, che dopo essere stato sciacquato in acqua fredda per un paio di minuti, si fa bollire, quindi si versa. Dopo di che si fa riprendere la cottura fino al raggiungimento dell’ebollizione e si copre con un coperchio finché l’acqua non è stata completamente assorbita.

    Riso basmati: calorie

    Il valore nutrizionale per 100 grammi di riso Basmati è pari a 350 kilo calorie; 80 grammi di carboidrati e 7 grammi di proteine. Ma 50 grammi di riso basmati sono sufficienti a farci ottenere una porzione consistente, in grado di donare sazietà, accompagnata da una porzione di verdure al vapore o petto di pollo ai ferri rappresenta un pasto completo, nutriente e salutare all’interno di un regime dietetico.