Risparmiare in casa, progetto ‘Ridere in casa’ contro gli sprechi

da , il

    Risparmiare in casa, progetto ‘Ridere in casa’ contro gli sprechi

    RIduzione DEgli spREchi in casa è un progetto portato avanti dall’Università di Milano Bicocca che è partito dall’osservazione degli sprechi che si fanno tra le mura domestiche. Ogni italiano sprecherebbe circa 600 euro all’anno per acquistare prodotti alimentari che scadono prima della data di consumo. Per evitare questo spreco enorme i ricercatori hanno proposto delle alternative per l’utilizzo di questi cibi e la rivalutazione della data di scadenza sugli alimenti. L’obiettivo del progetto è quello di effettuare delle indagini di mercato sul territorio regionale per verificare la possibilità di attivare catene last minute food e valutare la possibilità di vendere per una seconda volta i cibi in scadenza a prezzi più convenienti.

    I cibi in scadenza, che diversamente finirebbero al macero, potrebbero quindi essere venduti, ad un costo decisamente più basso rispetto al prezzo di mercato, presso uno dei punti vendita della catena last minute food riducendo così gli sprechi alimentari trasformandoli in risorse.

    Un altro problema preso in considerazione è quello dello spreco domestico dell’acqua, infatti si calcola che in media i cittadini consumino 250 litri di acqua a testa al giorno e il dato significativo è che gli italiani si fidano poco dell’acqua che sgorga dal proprio rubinetto.

    Oltre a prevedere la rivendita di cibi, il progetto organizza degli incontri per l’educazione allo spreco cercando di spiegare come comprare ma anche insegnare a tenere sotto controllo le date di scadenza per ottimizzare i consumi alimentari.

    L’obiettivo sarà quello di ridurre del 50 per cento lo spreco di questi rifiuti educando a una spesa intelligente, proponendo delle soluzioni per la conservazione dei prodotti freschi e valutando l’attivazione di sistemi alternativi di distribuzione.

    Le iniziative del progetto sono diverse: incontri educativi, conferenze e vere e proprie azioni in città, per maggiori informazioni potete accedere al sito dell’Università degli Studi di Milano Bicocca.