Risparmio acqua, le soluzioni per un consumo idrico efficiente

da , il

    Ridurre i consumi, soprattutto dell’acqua, è uno degli obiettivi del nuovo millennio, portato avanti con numerose campagne volte a sensibilizzare le coscienze. Per evitare gli sprechi in maniera significativa, basterebbe che ognuno di noi prendesse dei piccoli accorgimenti, come chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti ad esempio. Le aziende sono diventate più sensibili sul tema e al Cersaie 2010 hanno presentato delle soluzioni per l’arredamento del bagno che possono aiutarci a ridurre gli sprechi.

    Le proposte sono di tipo eterogeneo, si va da quelle hi-tech, dedicate agli spazi grandi e più costose, a quelle dal prezzo più abbordabile e adattabili ad ogni ambiente.

    Cartuccia Eco Cartridge e tecnologia Eco Tap sono i punti di forza dei rubinetti La Torre, che garantiscono rispettivamente risparmio energetico ed acqua filtrata. I miscelatori, inoltre, sono privi di nichel e di piombo.

    W+W di Roca è invece la proposta che unisce wc e lavandino in un unico elemento ed utilizza una parte di acqua del lavabo per lo scarico del water. Ottimo per ridurre non solo i consumi, ma anche gli spazi.

    Fima e Newform mettono in campo ecologia e tecnologia con alcuni loro prodotti. Nomos di Firma è un miscelatore elettronico dotato di schermo touchscreen tramite il quale si possono gestire la temperatura e la quantità di acqua erogata, oltre a memorizzare i dati per creare uno storico dei consumi ed ottenere un risparmio d’acqua.

    D.B.S. (Digital Bathromm System) è la proposta di Newform, che consiste in una sistema di miscelazione elettronica per gestire la temperatura dell’acqua. Questo evita gli sprechi più comuni, dovuti alla ricerca della temperatura desiderata.

    Molte nuove idee e tante valide iniziative, per un design che non rinuncia all’estetica e alle tendenze hi-tech, ma allo stesso tempo propone nuove soluzioni per ridurre l’impatto ambientale.