Risparmio energetico in casa: i dettagli contano

da , il

    Risparmio energetico in casa: i dettagli contano

    Le nuove costruzioni edilizie e gli elettrodomestici all’avanguardia propongono una concezione ecologica della casa e dell’ambiente domestico in generale: se non state acquistando una nuova abitazione e non avete in programma di cambiare le grandi attrezzature, dai tetti alle finestre, potete comunque seguire dei pratici accorgimenti per risparmiare energia.

    A volte infatti bastano piccoli gesti quotidiani per ridurre i costi e i consumi elettrici senza alcuna fatica. La prima cosa da fare è quella di spegnere sempre gli apparecchi tecnologici nel momento in cui non vengono utilizzati, direttamente dall’interruttore principale: una tv in stand by ad esempio consuma comunque dagli 1 ai 4 watt ogni ora.

    E’ buona regola anche pulire i filtri e svuotare periodicamente la sacca delle aspirapolvere. Controllate sempre l’etichetta relativa ai consumi energetici dei prodotti che acquistate: gli elettrodomestici di nuova generazione sono di classe A++.

    A fronte di un prezzo leggermente più elevato garantiscono consumi minori (circa il 40% in meno) e risparmio in termini di eco sostenibilità ambientale. Il governo ha inoltre istituito incentivi e bonus per l’acquisto di strumenti a consumo ridotto. La Federconsumatori Giovani suggerisce alcuni consigli utili per evitare gli sprechi ad esempio per non sprecare l’energia del forno o della piastra elettrica.

    Utilizzate inoltre lavastoviglie, lavatrice e asciugatrice solo a pieno carico. Anche il frigorifero va scelto e utilizzato in maniera coscienziosa: evitate di riporvi cibi ancora caldi o di acquistare frigoriferi eccessivamente grandi rispetto all’effettivo consumo. Organizzare i contenitori per la raccolta differenziata è un’altra buona soluzione per contribuire al rispetto dell’ambiente.