Sacchetti biodegradabili, protagonisti dei saldi 2011

da , il

    Sacchetti biodegradabili, protagonisti dei saldi 2011

    Dal primo gennaio i sacchetti di plastica anche in Italia sono stati banditi, finalmente, con un anno di ritardo rispetto agli altri paesi dell’Unione Europea, supermercati e negozi italiani dovranno adeguarsi alla nuova norma prevista all’interno del decreto mille-proroghe. Vedremo come andrà a finire perchè la confusione ancora regna sovrana, ma vediamo quali sono i vantaggi di questo provvedimento e quali le alternative ai vecchi sacchetti in plastica.

    In questi giorni è stato diffuso un comunicato del Ministero dell’Ambiente in cui si legge che ‘il divieto di commercializzazione dei sacchi da asporto merci non conformi ai requisiti di biodegradabilità indicati dagli standard tecnici europei vigenti sarà in vigore dal 1° gennaio 2011‘ e questo ci era già chiaro e poi segue che ‘sarà consentito lo smaltimento delle scorte in giacenza negli esercizi artigianali e commerciali alla data del 31 dicembre 2010, purché la cessione sia operata in favore dei consumatori ed esclusivamente a titolo gratuito’. Quindi per questi primi mesi vedremo ancora alcuni vecchi sacchetti in giro.

    Ma le nuove buste eco saranno di certo le protagoniste di questi primi saldi dell’anno.

    I sacchetti che dovranno essere utilizzati saranno quindi biodegradabili e compostabili e, una volta dispersi nell’ambiente non lasceranno tracce ed inoltre hanno le stesse doti di resistenza dei tradizionali sacchetti in plastica inquinanti. Nella raccolta differenziata queste buste andranno nel bidone dell’umido.

    Come alternative ai sacchetti di plastica dunque potremo scegliere o di prendere queste nuove buste biodegradabili oppure optare per una delle tante shopper proposte negli ultimi anni che oltre ad essere molto alla moda permetteranno anche di risparmiare.

    Secondo Coldiretti questa iniziativa ecologica sarebbe ‘Una vera rivoluzione nel modo di fare la spesa a poco più di cento anni dall’invenzione della plastica che nasceva nel 1907 per opera del chimico belga Leo Baekeland che inventò la bakelite, la prima plastica completamente sintetica prodotta su scala industriale’.