Salone del Mobile 2011: il Made in Italy invade New York

da , il

    Salone del Mobile 2011: il Made in Italy invade New York

    50 anni e non sentirli: il Salone del Mobile di Milano si prepara a festeggiare il cinquantesimo anniversario e lo fa invadendo New York e dimostrando la carica grintosa e giovanile del Made in Italy. Da oggi fino al prossimo 8 gennaio, in venti prestigiosi showroom di Manhattan fanno bella mostra i più originali prodotti dal design italiano al 100%. Le strade più famose della grande mela diventano così vetrina d’eccezione per anticipare l’edizione 2011 del Salone internazionale del Mobile, in programma dal 12 al 17 aprile dell’anno nuovo. I venti marchi italiani che hanno aderito al progetto Design Street Walking sono quelli riconosciuti in tutto il mondo per l’ottima fattura e la ricerca.

    Sono aziende che producono oggetti per la casa e al tempo stesso idee per nuovi stili di vita. I mobili e complementi d’arredo più belli, infatti, sono spesso il frutto di tendenze di design innovativi: come in tutte le arti, la bellezza è un riflesso dell’originalità e del sapiente sguardo d’autore. Ad arredare il cuore di New York sono Artemide, B&B Italia, Boffi, Cesana, Flos, Flou, FontanaArte, Giorgetti, Glas Italia, Kartell, La Murrina, Lualdi, Luceplan, Matteograssi, Molteni & C. – Dada, Pedini, Poltrona Frau, Poliform – Varenna, Scavolini, Tre P & tre Piu.

    La passeggiata newyorchese tra il design italiano è, in realtà solo una delle tante manifestazioni per celebrare il cinquantenario del Salone milanese. A fare da cornice, infatti, sono previsti altri eventi importanti e di richiamo, promossi sempre da FederlegnoArredo e Cosmit in collaborazione con Istituto nazionale per il CommercioEstero e con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico. Al fine di promuovere l’arredamento italiano negli USA, dal domani fino al 18 dicembre, sarà la volta di un’installazione curata da Robert Wilson sul noto ballerino Roberto Bolle. Ancora, dal 3 dicembre al 6 gennaio, il resista Peter Greenaway porterà in scena L’ultima cena di Leonardo. L’opera – il cui debutto risale al Salone del Mobile 2008- ha un nuovo allestimento tutto riservato al pubblico di New York.