Salute del gatto, come somministrare i farmaci

da , il

    Salute del gatto, come somministrare i farmaci

    Il gatto è uno degli animali domestici più diffusi nelle case degli italiani perchè è un’animale indipendente e quindi anche una persona che è fuori casa per parecchie ore al giorno può permettersi l’affetto di un gatto. Il gatto ha anche delle fortissime difese immunitarie, infatti spesso anche se gli si infiamma un occhietto o prende il raffreddore, dopo qualche giorno guarisce da solo. Quindi si può dire che il gatto ha una salute di ferro. Purtroppo però vi sono dei casi in cui siamo costretti a somministrare farmaci, sotto consiglio veterinario, al nostro gatto per farlo guarire da qualche malanno e qui sorge un piccolo problema: come somministrare i farmaci al gatto?

    Il gatto come dicevo prima è un animale indipendente, ma ogni gatto ha il suo carattere e la sua salute, ma a prescindere da questo tutti odiano la forzatura di dover prendere le medicine, quindi armatevi di tanta tanta pazienza. Ci sono più metodi per riuscire a somministrare i farmaci al gatto, vi darò qualche consiglio utile anche per i gatti più complessi. Il primo tentativo che potete fare e che andrà a buon fine se avete un bel gatto ingordo è quella di provare a mettergli il farmaco direttamente nella pappa, ma dovete proprio essere fortunati perchè i gatti percepiscono ogni minimo odore, però tentar non nuoce. Se il gatto piuttosto che prendere il farmaco evita accuratamente di mangiare fate un altro esperimento. Cercate di sbriciolare la medicina e ancora una volta mettetegliela nella pappa, magari nella scatoletta così potrete mischiarla meglio. Questa è la soluzione valida per un gatto distratto e annoiato. Se con le buone proprio non riuscite a concludere nulla, ci sono altre soluzioni un pò più impegnative, ma non demordete perchè in un modo o nell’altro riuscirete a somministrare il farmaco prescritto dal veterinario al vostro animale domestico. Preparate prima la medicina senza guardarlo e facendo gli indifferenti, dopo un pò prendetelo in braccio e con l’indice e il pollice della mano sinistra fate una leggera pressione alla base della bocca, gli verrà d’istinto aprirla, dovrete avere i riflessi pronti perchè con la mano destra, mentre lui apre la bocca dovete somministrargli il farmaco, lasciare la presa e massaggiargli la gola di modo che lo ingoi. Se il farmaco ha un cattivo sapore, il gatto avrà un’eccessiva salivazione e potrebbe uscirgli della schiumetta bianca dalla bocca, non vi spaventate, è del tutto normale, solo che in questo caso, se l’avrete ‘fregato’ una volta la cosa non si ripeterà. Dovete ricordarvi quanto è intelligente l’animale con cui avete a che fare. Il rimedio estremo ed ultimo con cui potrete dagli la medicina consiste nello sbriciolare la compressa e unirla ad un patè, come quelli che trovate in commercio al salmone, al tonno, alla pasta di acciughe e provare col dito a mettergliela sulla bocca, se così la sputa dovrete mettergli il composto sulle zampe anteriori. Il gatto è un animale troppo pulito per resistere all’istinto di ‘lavarsi’ dove l’avete sporcato. Provate uno di questi metodi e fatemi sapere quale fà al caso del vostro gatto nei commenti, magari con la sua foto.

    In bocca al lupo, o meglio, al gatto.