Salvia, l’autunno è la stagione per piantarla

da , il

    Salvia, l’autunno è la stagione per piantarla

    Le erbe aromatiche in inverno sono difficili da mantenere, soprattutto nei luoghi freddi, per la salvia invece è il momento migliore. Nel nostro orto sul balcone, da cui avremo raccolto quasi tutto ormai, potremmo posizionare una nuova pianta di salvia che, durante l’inverno, ci darà delle foglie fresche per insaporire i nostri manicaretti e, con l’arrivo della primavera, potremo iniziare anche ad essiccarla per altri usi.

    La Salvia Officinalis è una pianta perenne che cresce bene nei climi miti, ama il caldo e il sole, ma, a differenza del basilico, per esempio, resiste al freddo e alle gelate. Durante l’inverno sarebbe meglio in ogni caso tenerla in un luogo un po’ più al riparo e luminoso.

    La pianta da comprare dovrà già avere delle foglie e dovrà essere alta almeno 15 cm, piantatela in un vaso piuttosto capiente perché anche se non diventerà alta formerà in primavera estate un bel cespuglio folto.

    Non la innaffiate troppo spesso, solo quando vedete il terriccio asciutto. Durante l’inverno non sarà necessaria alcuna concimatura, mentre in primavera ed estate sarà bene aggiungere all’acqua del concime liquido ricco di azoto ogni 15 giorni.

    Giunti all’estate la salvia fiorirà e arrederà al meglio il vostro terrazzo, dopo un paio di settimane dovrete potarla per renderla più forte.

    Intanto durante il freddo inverno vi suggerisco di usare la salvia in cucina, è un potente afrodisiaco e potrebbe riscaldarvi in coppia durante i mesi di gelo e sciolta in un infuso è un ottimo antidepressivo.