Scegliere la razza di cane in base al tipo di casa: consigli e chiarimenti

da , il

    Scegliere la razza di cane in base al tipo di casa: consigli e chiarimenti

    Quali sono i criteri per scegliere la razza di cane più adatta alla nostra situazione? Non conta solo l’aspetto estetico. A giudicare dal boom di cani di taglia piccola sembra che la disponibilità di spazio sia determinante.

    C’è chi vuole portare il proprio amico a quattro zampe sempre con sé: nella borsa, coperti con cappottini alla moda etc. Ed è diffusa l’idea che il cane piccolo crei meno complicazioni di una grande. Non è un caso se un terzo dei cani con padroni che vivono in città sono formato mini: chihuahua in primis ma anche bassotti, pinscher, schnauzer nani e jack russel. Ma è giusto pensare al cane come ad un ingombro? Ed è vero che i cani piccoli non hanno bisogno di scorrazzare nei prati e negli spazi ampi?

    Sicuramente bisogna pensare al benessere del cane in primo luogo quando si sceglie quale razza prendere ma spesso optare per un cane piccolo per questioni di spazio è un alibi dettato dalla paura di avere a che fare con un cuccioline esuberante e un po’ invadente. Pulire i bisogni e i peli di un chihuahua è meno impegnativo che fare la toletta ad un alano! Più che alla taglia bisognerebbe immedesimarsi nelle esigenze dell’animale e chiedersi se il nostro stile di vita possa essere compatibile con il suo.

    Prima di tutto bisogna tener conto dei regolamenti condominiali, che possono vietare espressamente la presenza di cani nello stabile. In caso di condomini poco disponibili inoltre si tende a valutare la tendenza della razza ad abbaiare: i setter, i levrieri e i cocker sono noti per essere molto silenziosi. Lo schnauzer è molto gettonato per chi vive in case di medie dimensioni.