Stella di Natale bianca, un modo per rinnovare la tradizione

da , il

    Stella di Natale bianca, un modo per rinnovare la tradizione

    Il colore del Natale, si sa, è il rosso! Anche le stelle di Natale che vediamo in giro in questo periodo come simbolo della tradizione e del periodo Natalizio sono di questo colore. Tuttavia qualche anno, magari proprio questo, per rinnovare la tradizione senza troppo dissacrarla potremmo optare per una scelta diversa e preferire nelle nostre case o come regalo la Stella di Natale bianca. La Stella di Natale a fiori bianchi (ma anche gialli o crema) è una varietà molto più delicata in quanto risente maggiormente della condizioni ambientali ed atmosferiche. Soffre di più per la luce diretta del sole e per disidratazione. Essa, anche per questi motivi, ha vita più breve rispetto a quella classica rossa.

    Alcuni consigli utili, però, ci permettono di conservarla al meglio e il più a lungo possibile anche proprio per rinnovare la tradizione natalizia classica!

    Per quanto riguarda l’esposizione sarebbe meglio riservarle la posizione più luminosa della casa. Nella stagione calda si può spostare anche all’esterno, ma non va mai esposta al pieno sole.

    Attenzione anche al livello di idratazione, che deve essere sempre buono. Si consiglia di bagnarla ogni due o tre giorni, in quanto il terreno non deve mai seccare del tutto.

    Quest’ultimo, invece, deve essere composto prevalentemente da torba, sabbia, polistirolo o perlite e un po’ di argilla.

    La temperatura ideale è quella tra i 16 e i 18 °C (questa temperatura consente anche di mantenere la fioritura più a lungo) ma può arrivare fino ai 20 °C. L’importante è che questo limite non sia mai superato.

    Per la concimazione è consigliabile un fertilizzante per le piante da fiore e il periodo ideale è quello che coincide con l’inizio dell’estate.