Vasi alternativi, qualche idea ottenuta riciclando

da , il

    Vasi alternativi, qualche idea ottenuta riciclando

    Per rendere il giardino il più accogliente possibile è opportuno sfruttare al meglio lo spazio che si ha a disposizione utilizzando complementi d’arredo che ne migliorino l’estetica e la funzionalità. A questo scopo potremo impiegare vari prodotti per esterni come sedie, tavoli, divani ecc. che troviamo sul mercato in vari stili, modelli, materiali e prezzi. Per essere più creativi potremo creare noi vasi e fioriere utilizzando vari oggetti e complementi d’arredo ormai inutilizzati. Questa pratica, che si sta diffondendo anche in Italia, oltre a riciclare consente di non intaccare il portafoglio. Possiamo utilizzare a questo scopo gli oggetti più disparati che trasformeremo in vasi o fiorire.

    Anzitutto bisogna considerare che questi dovranno però ospitare piante vive e quindi devono essere adatti allo scopo. Dovranno infatti permettere l’annaffiatura e lo sviluppo della pianta e dovranno avere dimensioni adeguate a seconda della pianta che andranno ad ospitare. Inoltre occorre realizzare uno o più fori sul fondo per permettere il drenaggio dell’acqua. Se utilizziamo contenitori in metallo è opportuno foderarli con dei fogli di giornale, questo eviterà il surriscaldamento della pianta e una precoce evaporazione dell’acqua dopo l’annaffiatura. Rispettati questi accorgimenti potremo sbizzarrirci come meglio crediamo e dare spazio alla creatività e alla fantasia.

    Ad esempio potremo utilizzare una vecchia bicicletta da rottamare, dopo averla fissata al terreno, inserendo le piante nel cestello anteriore oppure sul portapacchi posteriore. Una gabbia per canarini così come una boccia per pesci rossi può trasformarsi facilmente in un vaso per fiori o piante grasse. Lo stesso vale per una vecchia cassapanca o per una vecchi carriola che possono diventare un vaso di grandi dimensioni. Insomma spazio alla fantasia e all’ingegno!