Vasi con piante acquatiche: tante idee originali [FOTO]

da , il

    Vasi con piante acquatiche: tante idee originali da cui trarre ispirazione per abbellire casa con un oggetto senz’altro originale. Non sono acquari ma veri e propri vasi di vetro, di dimensioni più o meno estese, in cui far crescere piante acquatiche di tante qualità: dalle classiche ninfee nane ai fiori di loto, che si possono accompagnare con qualche pesciolino rosso, habitat permettendo. Da riporre in casa o in giardino, a seconda delle esigenze e delle dimensioni del contenitore.

    Vasi con ninfee e fiori di loto

    I vasi più adatti a contenere le piante acquatiche sono quelli trasparenti di vetro, difatti il bello è vederle intere, delicatamente avvolte dall’acqua. Associate a candeline galleggianti conferiscono agli ambienti un tocco di romanticismo senza tempo, accompagnate da una schiera di pesciolini rossi imitano vagamente gli acquari, in formato mignon. Collocazioni, queste, ideali per l’indoor: sopra un mobile piuttosto che in un angolo spento, che necessita di essere valorizzato.

    Piante acquatiche in giardino

    A meno che non opti per la costruzione di un vero e proprio laghetto artificiale, puoi ripiegare sulle vaschette impermeabili da esterno, un po’ più ampie rispetto alle soluzioni per l’indoor. Riempi la vaschetta per metà con terriccio dopo averlo mischiato con della torba, del fertilizzante naturale e un po’ di sabbia. Copri il tutto con altri 6 cm di sabbia per evitare che l’acqua venga contaminata dal terriccio. A questo punto puoi piantare i semi di piante acquatiche nel terreno e aspettare che inizino a crescere. Solitamente non richiedono grossi interventi. Per le vasche più grandi dovrai impiegare almeno una trentina di cm di terriccio comprendente anche ghiaia e fogliame. Se il clima è caldo meglio prediligere contenitori sufficientemente profondi per evitare che l’acqua si surriscaldi velocemente. Ultimo step, versare l’acqua con dolcezza ogni giorno fino a riempire totalmente il contenitore. Considera che i tempi varieranno a seconda della profondità e grandezza del recipiente. Inoltre ogni tot di tempo, all’incirca una decina di giorni, sarà opportuno versare dell’altra acqua, visto che tende ad evaporare, specie se fa caldo.

    SCOPRI COME COLTIVARE LE PIANTE IN ACQUARIO