Alcol in gravidanza, anche se poco è pericoloso

da , il

    Alcol in gravidanza, anche se poco è pericoloso

    L’alcol in gravidanza fa male, questa è una certezza spesso ripetuta, è il quanto alcol in gravidanza che solitamente è argomento di discussione, chi dice niente, chi poco, chi fino a un bicchiere a pasto non ci sono controindicazioni. Oggi un nuovo studio riporta l’attenzione sul tanto amato e odiato liquido, il limite imposto dalla ricerca effettuata in Irlanda è chiaro: non più di due bicchieri di vino alla settimana altrimenti il feto è in pericolo di salute.

    Bere anche piccole quantità di alcol durante la gravidanza potrebbe danneggiare il feto, i ricercatori hanno scoperto che solo due bicchieri di vino a settimana potrebbero influenzare lo sviluppo dei bambini non ancora nati. Lo studio ha esaminato il consumo di alcol di 60.000 future mamme tra il 2000 e il 2007, i risultati ottenuti hanno dimostrato come anche bassi livelli di alcol, circa due bicchieri di vino a settimana appunto, possono essere legati alla sindrome alcolica fetale, ovvero possono causare anomali fisiche, mentali e di crescita.

    Il Professor Deidre Murphy, a guida della ricerca, ha chiesto di poter effettuare maggiori indagini sugli effetti dell’alcol sul feto in via di sviluppo. “Questo studio evidenzia la necessità di un maggiore rilevamento dell’abuso di alcol in gravidanza e per un intervento precoce, al fine di minimizzare i rischi per il feto in via di sviluppo“.

    Un altro punto di vista che si va a piazzare nel mezzo tra chi consiglia di non bere affatto alcol durante la gravidanza e chi sostiene che una bevanda alcolica occasionale non ha alcuna controindicazione. Chi avrà ragione?