Alcol in gravidanza: quali danni per il bebè?

da , il

    Alcol in gravidanza: quali danni per il bebè?

    Abbiamo parlato molto spesso del ruolo negativo che può avere l’assunzione dell’alcol in gravidanza e della necessità che esso venga limitato o meglio eliminato totalmente dalla dieta delle future mamme. Ma quali sono i rischi concreti per il feto? Quali danni può effettivamente causare l’assunzione di alcol in gravidanza sul bambino? Posiamo dire, senza dubbi, che l’alcol agisce negativamente sotto diversi aspetti. Innanzitutto ha un ruolo assolutamente negativo nello sviluppo del cervello del feto. L’alcol infatti agisce direttamente distruggendo i neuroni e quindi compromettendo il sistema nervoso in formazione. In secondo luogo, l’assunzione di alcol in gravidanza può comportare un ritardo nella crescita del bambino e un basso peso alla nascita.

    Si tratta quindi di problematiche importanti che vanno assolutamente scongiurate! Ma, non è tutto. Se durante la gravidanza la donna assume alcolici può anche trasmettere al bambino il gusto dell’alcol. Secondo uno studio condotto di recente dai ricercatori statunitensi della New York Upstate Medical University, infatti, i bebè si abituano al gusto delle bevande alcoliche assunte in gravidanza e, da adulti, le considerano maggiormente appetibili.

    Questi studi sono stati condotti su topolini, ma, possono essere comunque un’ulteriore motivo per eliminare l’alcol dalla dieta delle future mamme. L’alcol quindi deve essere bandito in ogni modo, anche nella forma di qualche bicchiere di vino bevuto durante i pasti! Si tratta di una rinuncia che tuttavia consente di sicuro maggiore tranquillità alla futura mamma!