Alimentazione allattamento: cosa mangiare e cosa evitare

da , il

    Alimentazione allattamento: cosa mangiare e cosa evitare

    Cosa mangiare durante l’allattamento? E quali cibi sono da evitare? Se hai deciso di allattare al seno il tuo bambino devi stare molto attenta alla tua alimentazione, infatti cosa mangi tu lo trasmetti inevitabilmente anche a lui. La qualità e la quantità del latte prodotto, infatti, sono fortemente influenzate dall’alimentazione della mamma.

    Pertanto è bene fin da subito iniziare un’alimentazione sana ed equilibrata che tenga conto delle esigenze nutrizionali sia della mamma che del bambino.

    Allattare al seno comporta un notevole consumo di calorie per cui sarebbe bene che al fabbisogno calorico giornaliero della mamma si sommasse quello che la produzione giornaliera di latte inevitabilmente sottrae.

    Allattamento al seno cosa mangiare

    Cosa mangiare durante l’allattamento al seno? La prima regola è bere molto perchè l’introduzione di liquidi facilita l’allattamento meterno incrementando la produzione di latte: quindi sì ad acqua, latte, brodi, spremute e succhi di frutta. Durante l’allattamento aumenta il fabbisogno proteico e quello di minerali e vitamine, per assimilare tutte queste sostanze occorre un’alimentazione varia e ricca di pesce, carne, legumi, frutta fresca e verdure. La carne andrebbe mangiata ben cotta, la frutta e la verdura lavate in maniera molto accurata. Da consumare nelle giuste proporzioni anche pane, pasta e riso.

    Allattamento cibi da evitare

    Ci sono apposite diete da seguire per evitare coliche al bimbo allatato al seno ma in generale possiamo dire che certe sostanze andrebbero evitate: a cominciare dalle bevande eccitanti come alcool, , caffè, cacao o a base di cola, che possono alterare l’umore del bambino causando iperattività e difficoltà di riposo; i cibi che possono risultare poco tollerabili come formaggi fermentati, selvaggina, carni conservate, insaccati, crostacei, molluschi, fragole, ciliegie, pesche e albicocche. Infine andrebbero evitate alcune spezie e alcuni alimenti come asparagi, aglio, cipolle, broccoli, cavoli, cardi, rape, radicchio, panna, maionese e peperoncino che danno al latte un sapore amaro o sgradevole. Anche la birra andrebbe evitata sebbene in Bulgaria le neo mamme con problemi di latte avevano scoperto la possibilità di aumentare il seno con la birra.

    Produzione latte materno

    Per favorire la produzione del latte materno bisogna assumere finocchio, cumino e anice. Usate 5 ml di erbe per una tazza di tisana da bere tre volte al giorno. Un’altra efficace sostanza per stimolare la montata lattea è il lievito di birra, ricco di proteine, di carboidrati, di vitamine del gruppo B, di minerali, tra cui potassio, calcio, fosforo, zinco, cromo, ferro e selenio, utili per lo sviluppo e per migliorare le difese immunitarie.