Alimentazione bambino, l’autosvezzamento

da , il

    Alimentazione bambino, l’autosvezzamento

    Fino a quando il bambino beve dal seno della mamma, i neo genitori non hanno grosse difficoltà su cosa far mangiare al proprio figlioletto. Ma dal sesto mese in poi le cose cambiano perchè incomincia lo svezzamento.

    Lo svezzamento è il passaggio graduale dall’alimentazione di solo latte materno ai cibi più solidi, definiti pappa che comprendono semolini, omogeneizzati di carne e di frutta.

    Ma ci sono alcune mamme che hanno abbracciato la pratica dell’autosvezzamento o alimentazione complemetare a richiesta.

    Cosa vuol dire? In pratica il bambino mangia tutto ciò che si trova sulla tavola degli adulti, bypassando l’introduzione di cibi speciali per bambini.

    Naturalmente i genitori che decidono di utilizzare questo metodo devono avere l’accortezza di organizzare una dieta che sia la più equilibrata e corretta possibile.

    Quindi pochissimo sale e zucchero nei cibi e fino ai 12 mesi bisogna evitare l’introduzione di cibi che contengano latte vaccino non sempre tollerato, uova e pesce.

    L’obiettivo di questa nuova tecnica, avvallata anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, è quella di evitare i conflitti durante i pasti e migliorare l’alimentazione del bambino con un risparmio di tempo e soldi evidente.

    Per meglio conoscere l’autosvezzamento vi consiglio il libro del pediatra Lucio Piermarini, Io mi svezzo da solo, una vera bibbia per i genitori che non vogliono sentirsi legati a pappe e pappine.