Allattamento al seno: qual è la posizione migliore?

da , il

    Allattamento al seno: qual è la posizione migliore?

    Abbiamo spesso trattato dei benefici dell’allattamento al seno per la mamma, ma soprattutto per il bambino. Oggi, invece, ci sono non poche donne che scelgono il latte formulato. Ma qual è la posizione migliore per allattare al seno? Esiste una posizione più comoda sia per mamma che per il bambino durante l’allattamento? Iniziamo col dire che quello dell’allattamento del bambino (anche se fatto con il biberon) è un momento che deve essere vissuto con la massima rilassatezza dalla mamma e dal piccolo, per cui ogni donna è libera di assumere la posizione che più si adatta alle sue esigenze, alla sua sensazione di comodità e al suo concetto di benessere per il bambino.

    Tuttavia, si può anche dire, che la posizione più comune adottata dalle mamme è quella da seduta con un braccio che sostiene la schiena del bambino (che può appoggiare la testa nell’incavo del braccio della mamma) e con l’altro che sostiene il sederino del neonato. Sembra essere proprio questa la posizione che le donne trovano maggiormente comoda per sé e per il bambino durante l’allattamento, sia al seno che con il biberon. Per una maggiore comodità, la mamma potrebbe anche utilizzare un cuscino tra la sua schiena e lo schienale della sedia dove allatta oppure può poggiare i piedi su di uno gabellino.

    Un’altra posizione ritenuta molto comoda dalle mamme è anche quella da sdraiata, a letto. In questo caso, la posizione è particolarmente indicata per la poppata notturna. La mamma sdraiata sul eletto si gira su di un fianco, sistemando il bebè accanto a sè e all’altezza del seno. Al di là di queste indicazioni generali la mamma deve scegliere da sé la posizione che più ritiene adatta per lei ed il bambino.