Allattamento misto alternato: come fare e perché sceglierlo

da , il

    Allattamento misto alternato: come fare e perché sceglierlo

    L’allattamento al seno ha indubbi vantaggi per la mamma ed il bambino. Come fare invece l’allattamento misto alternato? Anzitutto va detto che l’allattamento misto alternato può essere scelto nel caso in cui la mamma non produca latte a sufficienza per nutrire il piccolo, ma anche nell’ipotesi in cui sia impossibilitata a praticare sempre l’allattamento al seno (ad esempio per ragioni di lavoro). Proprio in questi casi può essere consigliato l’allattamento misto alternato. Fare l’allattamento misto alternato è molto semplice; in pratica si alterna una poppata al seno con una con il biberon a base di latte formulato. L’allattamento misto alternato consente di apportare, almeno per la metà, i nutrienti e i vantaggi del latte materno all’alimentazione del piccolo.

    Inoltre, può essere scelto in caso di ragadi al seno. Altro vantaggio dell’allattamento misto alternato è il fatto che alcune poppate possono essere appannaggio anche del papà, soluzione molto comoda soprattutto per le donne che lavorano.

    Unico inconveniente nel fare l’allattamento misto alternato, è l’eventualità che questo comprometta la produzione del latte (in questo caso si consiglia di utilizzare il tiralatte). Prima di scegliere l’allattamento misto alternato è poi opportuno consigliarsi sempre prima con il proprio pediatra.