Anestesia epidurale: rischi ed effetti collaterali

da , il

    Anestesia epidurale: rischi ed effetti collaterali

    Quali sono i rischi e gli effetti collaterali dell’anestesia epidurale? Quest’ultima viene effettuata nel parto epidurale ma anche in alcuni interventi chirurgici come operazioni alle gambe o pelviche. Se il medico vi suggerisce questo tipo di anestesia sta a voi scegliere ma fatelo coscientemente, tenuto conto soprattutto dei possibili effetti collaterali.

    Premettiamo che, grazie all’avanzamento tecnologico e della scienza, i rischi dell’anestesia epidurale sono diminuiti notevolmente, specialmente se il medico viene opportunamente informato dal paziente di tutti i farmaci che sta assumendo, di eventuali allergie e della storia clinica familiare rilevante. Ma quali sono i possibili rischi ed effetti collaterali dell’anestesia epidurale? Partiamo da quelli più comuni a quelli più rari.

    Spesso si riscontrano nausea e vomito. Abbastanza comune la formazione di coaguli di sangue nelle gambe che solitamente pochi giorni dopo l’intervento scompaiono autonomamente.

    Meno comune è l’infezione del punto in cui viene fatta l’iniezione: nei casi più gravi potrebbe richiedere un trattamento antibiotico. Alcuni pazienti lamentano mal di testa dopo l’anestesia epidurale: questo può dipendere dal sacco tecale (il sacco di fluidi in cui si trovano i nervi). Se lamentate mal di schiena persistente ditelo al medico.

    Sono rarissimi i casi di pazienti che contraggono infezioni ai polmoni o subiscono durante l’operazione ictus o attacchi al cuore anche fatali. Si tratta soprattutto di persone anziane o con problemi di salute notevoli.