Arriva il libro digitale per la scuola: cos’è e quali vantaggi offre davvero

da , il

    Arriva il libro digitale per la scuola: cos’è e quali vantaggi offre davvero

    Arriva il libro digitale per la scuola, ma cos’è e quali tipi di vantaggi offrirà concretamente? Con la circolare numero 18 del 9 Febbraio sorso il Ministero dell’Istruzione ha stabilito che dal prossimo anno accademico (2012-2013) i libri scolastici adottati dagli insegnanti non potranno più essere solo in forma cartacea, ma dovranno essere redatti in forma mista e cioè in parte cartacea e in parte digitale. Si tratta di una notevole rivoluzione per la scuola che prospetta il vantaggio di un risparmio notevole sia per le famiglie che per lo Stato.

    Ma cos’è il libro digitale per la scuola? Come anticipato, un testo in parte cartaceo in parte digitale. Ma cosa si intende per digitale? Di certo non la semplice trasposizione del contenuto del testo su cd, ma un formato che sia in grado di creare con gli studenti un rapporto di maggiore interazione, grazie anche al supporto degli insegnati. La maggiore interazione tra gli insegnanti e gli alunni è sicuramente un altro vantaggio che dovrebbe garantire il libro digitale rispetto a quello cartaceo. Avvicinare da subito i bambini anche alla tecnologia è il secondo vantaggio di una scelta di questo tipo. Per quanto riguarda il risparmio per le famiglie, invece, secondo il ministro dell’istruzione Francesco Profumo, addirittura la cifra complessiva di spesa potrebbe essere ridotta a un decimo di quella attuale.

    I vantaggi del libro digitale a scuola sono quindi tanti, ma per realizzarli è indispensabile anche garantire una diffusione capillare presso le scuole e le abitazioni sia di internet che del pc. Inoltre, come ha sottolineato lo stesso Profumo, è necessario garantire anche sempre una parte cartacea dei testi, in modo che la carta non sparisca dai banchi di scuola. Per ora gli obbiettivi sono questi, ma cosa ci riserverà il futuro?